Regionali 2020, Coltorti (M5s): «I cittadini sceglieranno con intelligenza»

Così, in una nota, Mauro Coltorti, presidente commissione lavori pubblici in Senato e porta voce per il MoVimento 5 Stelle nel collegio Marche 2 - Ancona

Mauro Coltorti

«Questi sono gli ultimi giorni prima della competizione elettorale che, qualunque cosa succeda, cambierà il volto della nostra regione. I cittadini di San Severino Marche e Tolentino hanno diversi motivi per valutare attentamente a chi dare il voto. Il candidato Presidente Gianni Mercorelli proviene da Tolentino ed è un terremotato. Votandolo sapete bene che farà i salti mortali tripli per affrontare e risolvere i problemi di questo territorio martoriato dal sisma e ancora in attesa di soluzioni risolutive. Ha anche portato avanti, con il sottoscritto e tanti altri, la battaglia per realizzare una superstrada di connessione tra San Severino e Tolentino che possa realizzarsi nel modo più economico e funzionale possibile. Soprattutto si realizzi». Così, in una nota, Mauro Coltorti, presidente commissione lavori pubblici in Senato e porta voce per il MoVimento 5 Stelle nel collegio Marche 2 - Ancona.

«Nel progetto originale la “bretella” passerebbe alla periferia nord dopo aver attraversato una frana di notevole dimensioni e spessore; raggiunta la periferia della città una ulteriore galleria attraverserebbe a bassa profondità una seconda area in frana al di sotto di un dosso su cui sorge un nucleo abitativo. Il tracciato alternativo non incontrerebbe ostacoli e costerebbe la metà: circa 60 mln contro i 110 del primo. Il candidato consigliere regionale per la Lega di San Severino Marche, Zura Puntaroni, ha dichiarato pubblicamente di aver ottenuto la bretella in cambio del depotenziamento dell’Ospedale. A parte questa follia che ha portato in tutta la regione al depotenziamento di molti ospedali “locali”, la superstrada ha un costo di 110 milioni, ed è evidente che, se durante la realizzazione dell’opera dovessero sorgere problemi, che puntualmente con queste criticità si presenteranno, si rischia che l’opera rimanga incompiuta. I cittadini dovrebbero però chiedersi il motivo per cui la soluzione più economica e funzionale sia stata sostenuta dal Movimento 5 Stelle. 50 milioni non sono bruscolini e potranno essere utilizzati per altre opere di compensazione migliorative delle due città e in particolare alcuni ponti a Tolentino e alcune bretelle minori a San Severino, oltre alla possibilità di avviare una vera valorizzazione della città romana di Septempeda, un unicum regionale, che porterà turismo e dunque ricchezza a tutto il territorio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento