Regionali 2020, Ceriscioli: «Testimone a Mangialardi e torno a fare il professore»

Lo ha detto il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, nel corso della videoconferenza stampa che ha convocato a palazzo Raffaello, insieme agli altri componenti della giunta

Ceriscioli durante la videoconferenza

ANCONA - «Tornero' a fare il professore». Lo ha detto il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, nel corso della videoconferenza stampa che ha convocato a palazzo Raffaello, insieme agli altri componenti della giunta, per fare il bilancio dell'attivita' amministrativa portata avanti in questi 5 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Se le elezioni regionali si tenessero il 13 settembre tornerei a scuola il giorno dopo il voto- dice Ceriscioli-. Quello e' il mio lavoro e quindi ci torno molto volentieri. Per quanto riguarda la data del voto il 20 settembre non e' la data concordata tra le Regioni perche', dato che molti seggi elettorali vengono allestiti negli istituti scolastici, si teme di interrompere la scuola pochi giorni dopo essere stata avviata. Si preferiva la data del 12-13 settembre piuttosto che quella del 6 settembre o quella di fine luglio che resta un'indicazione importante. Anche se su luglio o il Governo decide tra oggi e domani o e' una data che non esiste piu'». Nessun passo indietro del governatore marchigiano che ribadisce la decisione di rinunciare alla ricandidatura in favore del presidente di Anci Marche, Maurizio Mangialardi. «Oggi abbiamo presentato il programma elettorale realizzato in questi cinque anni- conclude Ceriscioli-. Una bella eredita' per chi verra'. Nel senso che chi verra' trovera' un bilancio che ha ridotto il debito, ha distribuito risorse e ha dato stabilita' al sistema. Si ritrovera' con investimenti importanti in corso, progetti di rilancio della regione e fondi per la ripartenza delle connessioni. Una quantita' di lavoro davvero impressionante che potra' aiutare chiunque verra' qui. È nota la scelta fatta da me: favorire l'unita' delle forze politiche del centrosinistra verso un'altra figura. So che questo percorso sta andando avanti e in ogni passaggio ha avuto il mio pieno e ampio sostegno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento