Il movimento “Dipende da Noi” in assemblea: «Mangialardi non vuole una vera svolta»

L’assemblea della lista candidata alle elezioni regionali ha approfondito il tema dei recenti inviti all’unità delle forze democratiche per fermare le destre

Roberto Mancini in assemblea

Ieri il movimento “Dipende da Noi” ha tenuto ad Ancona nel Parco Belvedere di Posatora la sua assemblea regionale per fare il punto sulle scelte del movimento e discutere le la bozza programmatica. L’assemblea della lista candidata alle elezioni regionali ha approfondito il tema dei recenti inviti all’unità delle forze democratiche per fermare le destre. 

“Pur ribadendo la disponibilità al confronto, è risultato evidente a tutti che il cartello elettorale guidato da Mangialardi non è disposto a una vera svolta rispetto al malgoverno di questi anni - si legge in una nota della lista di sinistra - Dall’assemblea è emersa la convinzione che la presenza di una proposta come quella di “Dipende da Noi” potrà motivare alla partecipazione tante persone che hanno perso fiducia nella politica e costituire per questa via un presidio democratico di grande valore. Ma si è soprattutto discusso del progetto per le Marche, in cui spicca la priorità del diritto al lavoro, negato in primo luogo ai giovani stretti nella morsa tra precarietà e disoccupazione. Ciò anche perché nell’ultimo decennio la Regione ha affidato totalmente al mercato la gestione delle politiche del lavoro e questo si è tradotto in dismissioni, cessione dei marchi all’estero, desertificazione del tessuto artigianale e commerciale. Ha dato un forte apporto al dibattito l’intervento di Vito D’Ambrosio, già Presidente della Regione Marche nel decennio ‘95/2005, che ha esortato l’assemblea a credere in questo progetto per ridare dignità alla politica, mettendo a disposizione la sua esperienza e il suo impegno. È intervenuto anche Maurizio Sebastiani, Presidente regionale di Italia Nostra, illustrando il documento di 15 associazioni ambientaliste che critica questa legislatura regionale per le sue inadempienze. Egli ha sottolineato la “boccata d’aria fresca e pulita” che la presenza di “Dipende da Noi” rappresenta. Insomma il movimento raccoglie molte nuove, importanti adesioni e procede con forza per presentare all’elettorato marchigiano la propria proposta di rinnovamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento