menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Acquaroli

Francesco Acquaroli

Elezioni regionali, Acquaroli: «Con i sindaci lavoreremo a rilancio delle Marche»

Così il candidato del centrodestra: «I problemi delle Marche sono infiniti. Ma tutto questo succede perchè fino ad oggi è mancata una visione d'insieme»

ANCONA - Non è riuscita a contenere tutti i sindaci e gli amministratori presenti la sala del Touring Hotel di Falconara che ieri (sabato) ha ospitato l'incontro del candidato presidente del centrodestra alla Regione Marche, Francesco Acquaroli. L'iniziativa, "Il buon governo del territorio per la regione che cambia", ha voluto porre le basi per quello che sarà il metodo di lavoro in caso di vittoria.

«L'ascolto, il confronto, il ruolo chiave dei sindaci nei processi decisionali, nella sanità, nel governo del territorio e nella gestione delle crisi. Questo è mancato fino ad oggi, creando uno scollamento non più accettabile tra le istituzioni - ha detto Acquaroli - I problemi delle Marche sono infiniti. Ma tutto questo succede perchè fino ad oggi è mancata una visione d'insieme. Non c'è un progetto che parte dal nord e vada al sud, che parte dalla costa e va nell'entroterra. Che cosa vuole fare il centrodestra? Raccogliere in una unica grande visione che non sia viziata sul nascere dall'appartenenza ideologica. Vogliamo coinvolgere tutti quelli che possono dare un contributo positivo per la rinascita delle Marche. Le priorità vanno stabilite con i sindaci e con i territori, non con i partiti che governano. Fino ad oggi è mancata la capacità di costruire un disegno su cui far crescere la nostra regione. Scriveremo insieme agli amministratori i progetti e piani regionali che diventeranno il nostro campo di battaglia su tutti i livelli istituzionali, nazionali ed europei».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento