rotate-mobile
Politica

Elezioni Provincia, "Nessuna comunicazione per i consiglieri comunali di Ancona"

Il 21 settembre scadono i termini le liste e i consiglieri dorici ancora non hanno avuto nessuna comunicazione ufficiale per le elezioni del 12 ottobre. Movimenti come i 5 Stelle rischiano di non poter presentare i loro candidati

Mancano pochissimi giorni al 21 settembre, giorno in cui è fissata la scadenza della presentazioni delle liste, e ancora nessuna comunicazione ufficiale è stata data ai Consiglieri comunali di Ancona.

Il 12 ottobre infatti, si vota per il nuovo Presidente della Provincia e il nuovo Consiglio provinciale composto da 12 consiglieri. Queste elezioni provinciali sono una novità assoluta per l'Italia in quanto non saranno chiamati a votare i cittadini ma i consiglieri comunali e i sindaci. Ogni votante avrà un peso diverso in base ai cittadini che rappresenta per cui, in una città come Ancona il consigliere comunale varrà circa 600 voti rispetto ad un comune più piccolo che peserà quindi di meno. Alcuni comuni, come quelli a sud del capoluogo, si sono già riuniti, i consiglieri hanno avuto notizia di come si presentano le liste. Ad Ancona nonostante le sollecitazioni fatte al Presidente del Consiglio comunale, non è ancora stata fatta nessuna riunione in merito.

«E' una novità assoluta, andava illustrata per tempo a tutti i consiglieri comunali della provincia. Invece, né la Provincia, né il Presidente del Consiglio comunale, né il Sindaco ci hanno avvisato. Questa è secondo me una cosa molto grave- commenta Daniele Berardinelli, consigliere comunale Forza Italia-.  Ho saputo poi che la Mancinelli è stata contatta dalla presidente della Provincia, ha partecipato ad una riunione insieme ad altri sindaci in cui è sono state illustrate le modalità di voto e tutte le scadenze burocratiche».

Questo ritardo rischia di escludere movimenti o partiti che non hanno 33 consiglieri comunali eletti in tutta la provincia. Se non si uniscono con altre forze politiche non potranno presentare una lista. «Bisognerà cercare di capire se questi partiti hanno intenzione di legarsi alle liste civiche o ad altri schieramenti politici per fare una lista comune ma c'è bisogno di tempo e di trattative perché non è una cosa semplice. Parlo anche di movimenti come il Movimento 5 Stelle» afferma Berardinelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Provincia, "Nessuna comunicazione per i consiglieri comunali di Ancona"

AnconaToday è in caricamento