rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica

Europee, il voto in provincia: FdI conquista quasi tutti i comuni, il Pd vince nel capoluogo dorico

Il risultato elettorale nell’anconetano rispecchia quello nazionale: il partito di Giorgia Meloni è stato il più votato in 39 comuni su 47, conquistando il 30,8% di preferenze. Alle calcagna i Dem con il 27,4% di consensi, mentre il M5S si è fermato al 10,5%

ANCONA - Due giorni dopo le elezioni europee che hanno visto Fratelli d’Italia confermarsi primo partito in Italia inseguito dal Pd, è tempo di analizzare il voto nella provincia di Ancona. Il risultato elettorale nell’anconetano rispecchia il podio nazionale: il partito di Giorgia Meloni è stato il più votato in ben 39 comuni su 47, conquistando il 30,8% di preferenze. Alle calcagna il Partito Democratico con il 27,4% di consensi, mentre il Movimento 5 Stelle si ferma al 10,5%. A seguire Alleanza Verdi Sinistra con il 7,13%; la Lega il 6,25%; Forza Italia - Noi Moderati il 6,06%; Stati Uniti d’Europa 3,34%; Azione - Siamo Europei il 3,28%; Pace terra e Dignità il 3,06%; Democrazia Sovrana Popolare lo 0,9%; Libertà lo 0,74 e Alternativa Popolare lo 0,37.

Il voto ad Ancona

Nel capoluogo dorico però, FdI non è riuscito a scavalcare i Dem, a differenza di quanto accaduto un anno fa con l’elezione del primo sindaco di centrodestra, Daniele Silvetti. Il risultato ottenuto dal Partito Democratico ad Ancona riflette quello delle europee del 2019: in questa tornata elettorale ha conquistato il 31% delle preferenze, mezzo punto percentuale in più di 5 anni fa (30,5%). Clamorosa invece l’impennata di Fratelli d’Italia che rispetto al 5,5% del 2019 è volata al 27,42% di consensi. Sempre focalizzandosi sul capoluogo di regione, il candidato consigliere più votato è stato il pesarese Matteo Ricci che ha ottenuto 3.562 voti superando l’anconetano Carlo Ciccioli, che ha totalizzato 2.794 voti. Entrambi eletti, rappresenteranno le Marche a Bruxelles. Sul fronte del centrodestra, la Lega perde punti percentuali preziosi, sprofondando dal 28,5% del 2019 al 4,8% dell’ultima tornata elettorale. Forza Italia invece conquista il 5,67% di preferenze, lievemente in crescita rispetto alle europee del 2019 (4,76%). Spostandosi a sinistra, l’Allenza Verdi Sinistra ha dato i suoi frutti. L’unione delle due forze politiche ha permesso di totalizzare il 7,5% di preferenze (correndo da sole, nel 2019 Europa Verde aveva raggiunto il 3,55%, Sinistra italiana il 2,74%) superando Forza Italia. Infine, come la Lega, anche il Movimento 5 Stelle perde colpi nel capoluogo dorico passando dal 18% di preferenze del 2019 al 10,6%. Un risultato non soddisfacente nemmeno quello ottenuto alle amministrative dello scorso, che non ha permesso ai grillini di entrare in Consiglio comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, il voto in provincia: FdI conquista quasi tutti i comuni, il Pd vince nel capoluogo dorico

AnconaToday è in caricamento