Elezioni comunali 2018

Comunali 2018, la lista da battere tra big e volti nuovi: si presenta Upf

Il sindaco uscente Brandoni sarà il capolista della formazione che annovera anche esponenti di giunta e di maggioranza: «Continuare a governare con umiltà, concretezza e lungimiranza»

Stefania Signorini con Brandoni e gli altri candidati di Upf

È la lista da battere. Quella con tutti i big della politica cittadina degli ultimi. È anche la lista di riferimento di Stefania Signorini. Qualora fosse saltata la candidatura, la Prof con ogni probabilità avrebbe corso con questa formazione proprio come 5 anni fa. È Uniti per Falconara che si è presentata ieri pomeriggio, giovedì 3 maggio, in ritardo di un'ora sulla tabella di marcia. “Colpevole” dell'attesa, Goffredo Brandoni che ieri, nelle vesti di sindaco, era impegnato a Roma al Ministero dell'Ambiente per l'Aia alla Raffineria Api. Sarà proprio il sindaco uscente il capolista. Attorno a lui sono confluiti tutti i fedelissimi: gli assessori uscenti Clemente Rossi, Giorgia Fiorentini e Raimondo Mondaini e dei consiglieri uscenti Marco Giacanella (già presidente del consiglio comunale) e Raimondo Baia. Altri esponenti arrivano da Falconara in Movimento nel rimescolamento delle liste che ha sancito una più netta divisione tra i brandoniani e gli esponenti più vicini all'assessore all'Ambiente Matteo Astolfi. Da Fim arrivano i consiglieri comunali uscenti Maurizio e Stefania Marini e i candidati 2013 (non eletti) Tonino Valeri ed Elisabetta Conte. Non ci saranno, anche se annunciati in precedenza, Quinto Bolognini e Michele Chiappa (rispettivamente ex Fim ed ex Insieme Civico) per impegni personali e lavorativi. Comunque hanno garantito il loro appoggio. Completano la lista diverse persone alla loro prima esperienza politica.

«La nostra volontà è quella che di continuare ad agire nel solco della precedente legislatura – si legge in una nota - che bene ha governato e guidato il Comune di Falconara, con umiltà e spirito di sacrificio. Senza voli pindarici ma con la concretezza e la lungimiranza che hanno contraddistinto questi 10 anni di amministrazione Brandoni, tenendo sempre in primo piano la situazione economica, ereditata da decenni di amministrazioni dissennate portate avanti da chi ci ha preceduto, ma non trascurando i nostri doveri nei confronti della città che amiamo e nella quale viviamo. Ci sono progetti avviati, iter burocratici che hanno iniziato il loro cammino, che vorremo portare a termine. Progetti destinati a cambiare in meglio la nostra città. Parliamo di “Centro storico “ per il centro di Falconara, bonifica e recupero del sito ex Montedison, ripristino e rifacimento della piazza Libertà a Castelferretti , ristrutturazione del palasport Badiali solo per citarne alcuni. Progetti concreti attraverso i quali la nostra città potrà trovare nuovo impulso per proseguire il cammino intrapreso, si creeranno nuovi posti di lavoro e vecchi problemi troveranno soluzione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2018, la lista da battere tra big e volti nuovi: si presenta Upf

AnconaToday è in caricamento