menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il dem Franco Federici

il dem Franco Federici

Ballottaggio, Pd all'attacco: «Signorini tra bugie e false preoccupazioni»

Il capogruppo uscente Franco Federici attacca l'ok sulla Commissione speciale chiesta dal Movimento 5 Stelle

«L'istituzione di una Commissione Comunale Speciale dedicata ai temi dell'ambiente, della salute, della sicurezza, della bonifica e della riconversione della Raffineria Api, come da richiesta formulata dal Movimento 5 Stelle alla candidata Stefania Signorini è paradossale, poiché esiste già la Commissione Ambiente con gli stessi compiti». Franco Federici, capogruppo uscente del Partito Democratico e ora candidato consigliere con Marco Luchetti non va per il sottile e attacca Stefania Signorini, candidata della maggioranza uscente. «Così facendo – aggiunge - si sabota il tavolo aperto in Prefettura nel quale si discuterà anche in merito all’individuazione e limitazione dei fattori causali delle malattie. È questo infatti il vero problema: la salute dei cittadini”. Ce n'è anche per i 5 Stelle: «Non si può parlare di chiusura della raffineria Api, come fanno da anni gli esponenti 5 Stelle, ma ad ogni modo prendiamo atto che la candidata Signorini è d’accordo con questa linea ed è favorevole alla dismissione di un’azienda nella quale lavorano centinaia di lavoratori. Così facendo si strumentalizzano tematiche delicate come l’ambiente, l’occupazione e la salute dei falconaresi al solo fine di confondere i cittadini per ottenere il consenso elettorale» aggiunge Federici.

«Per quanto riguarda gli apparentamenti in vista del ballottaggio di domenica, la candidata Signorini si permette di giudicare l’unione tra Marco Luchetti, Loris Calcina e Massimo Marcelli Flori parlando di “scontri passati” su vari temi; forse non vede o fa finta di non vedere ciò che è accaduto e che sta accadendo nella sua compagine politica, nello scontro latente con l’assessore Matteo Astolfi, come evidenziato dalla Lega. Se c’è qualcuno che nasconde la polvere sotto il tappeto allo scopo di “dividersi le poltrone”, forse quel qualcuno è nell’amministrazione uscente Brandoni-Signorini-Astolfi. E non capiamo come mai Stefania Signorini si preoccupi così tanto di un possibile “Recanatini bis”, denigrando l’alleanza programmatica tra il centrosinistra e i movimenti ambientalisti di Calcina, finalizzata a cambiare il futuro di Falconara. L’alleanza guidata da Luchetti è il frutto di convergenze programmatiche consolidate in Consiglio comunale da 10 anni, nei quali il PD di Falconara e le liste ambientaliste hanno fatto un’opposizione sinergica alle giunte Brandoni-Signorini, votando congiuntamente mozioni e ordini del giorno per contrastare le scelte sbagliate del Sindaco Brandoni, che hanno portato, dopo 10 anni, all’attuale degrado della nostra Falconara. Il Brandoni bis è stato già ampiamente giudicato dai falconaresi come fallimentare sotto numerosi punti di vista. Con l’ elezione della candidata Signorini, attuale vicesindaco, e con Brandoni assessore, si parlerebbe praticamente di un Brandoni Tris e Falconara non si può permettere ulteriori anni di degrado. I falconaresi hanno capito che il cambiamento è necessario per far finalmente rinascere la città. Per questo lancio un appello ai concittadini. Il tempo di agire è adesso. Il 24 giugno votiamo convintamente Luchetti» conclude Federici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento