Corsa al Comune, Giorgia Meloni lancia Stefano Tombolini per il rush finale

Il leader nazionale di Fratelli d’Italia è arrivata in città per lanciare la coalizione di centrodestra a poco più di due settimane dalle elezioni comunali

Giorgia Meloni e Stefano Tombolini

E’ arrivata con un’ora di ritardo in una piazza Roma gremita, quando si è avvicinata a piedi dal lato di corso Stamira è stata accolta dagli applausi. Il primo pensiero che Giorgia Meloni ha rilasciato alla stampa è stato per il candidato sindaco della coalizione di centrodestra, Stefano Tombolini: «Può rappresentare un elemento di innovazione e discontinuità. Stefano Tombolini è un professionista ma è anche una persona che conosce molto bene i problemi della città. Attorno a lui c’è una coalizione molto ampia e solida che anche ad Ancona rappresenta secondo noi il sentimento maggioritario della gente. Ora c’è la possibilità di dare a questa città un’alternativa». Poi il leader nazionale di Fratelli d’Italia, arrivata ad Ancona proprio per sostenere la campagna elettorale della coalizione di centrodestra a due settimane dalle comunali, è salita sul palco e ne ha avuto per tutti a partire dal Presidente della Repubblica: «Non condivido la sua scelta di non dare il mandato a chi era arrivato primo alle elezioni politiche». Poi ha rincarato la dose: «In Italia quando vince il Pd abbiamo la Repubblica Parlamentare e i Presidenti della Repubblica dicono che deve decidere il Parlamento, ma quando vince il centrodestra improvvisamente abbiamo una Repubblica Presidenziale in cui i Presidenti vogliono farci sapere come la pensano». Sul governo e il premier incaricato Giuseppe Conte: «Lo abbiamo incontrato ieri e ci ha confermato il timore che avevamo, cioè di un governo che pare molto spostato verso il M5S». 

Stefano Tombolini ha ripercorso sul palco i punti del programma elettorale. Dalla centralità della famiglia alle politiche per il lavoro giovanile: «Parlo con tanta gente che mi dice di non riuscire a mettere insieme il pranzo con la cena. E’ un’esperienza che mi sta facendo capire che cosa bisogna andare a risolvere nella sensibilità delle persone» poi ha scattato la sua fotografia della città: «Le nostre strade, i nostri marciapiedi e i nostri edifici dismessi danno un senso di incompiutezza e tristezza. Questa città ha bisogno di risorgere e lo può fare solo con un collegamento stretto con il governo regionale e nazionale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad aprire gli interventi sul palco è stato il portavoce comunale di Fratelli d’Italia, Angelo Eliantonio: «Liberiamo la città da questi cialtroni, quanto dura il mandato di un sindaco? Perché dopo quattro anni di nulla abbiamo visto solo un po' di trucco e parrucco negli ultimi mesi? Ecco come questo sistema di potere ha ridotto la mentalità degli anconetani, in cui anche asfaltare una strada è visto come un evento epocale». Il Portavoce regionale Carlo Ciccioli rimprovera all’amministrazione uscente di «non aver mai ascoltato gli anconetani» e si è detto convinto che: «Il Pd arranca e non è più tempo di parlare di opposizione ma di sostituzione». Sullo stesso tema anche Marco Bevilacqua (Lega) che rivolgendosi simbolicamente agli avversari ha usato la tipica frase in romanesco: «Non c’è trippa per gatti». Il capogruppo di Forza Italia in Comune Daniele Berardinelli, in riferimento alla sinistra anconetana, ha parlato di: «25 anni di malgoverno della città» e nello specifico di Valeria Mancinelli: «Sembra che sia qui per caso da pochi mesi». Massimo Meles (Udc): «Vogliamo ricostruire la comunità di questa città e ridare ai cittadini un senso di appartenenza». Presenti sul palco anche il capogruppo Fdi in Regione Elena Leonardi, il dirigente FdI Ancona Stefano Benvenuti Gostoli e il Presidente del Consiglio comunale di Ascoli Piceno Marco Fioravanti
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Coronavirus, tampone obbligatorio per chi torna dai quattro Paesi monitorati

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Bonus Inps, Rubini su Facebook: «Io l'ho preso, ora processatemi»

  • Terribile schianto in autostrada, donna si ribalta con l'auto: atterra l'eliambulanza

  • Cade in piazza e non riesce ad alzarsi, paura per una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento