menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Massimo Marcelli Flori

Massimo Marcelli Flori

Comunali 2018, "Falconara a Sinistra" ha il suo candidato sindaco: «Riportiamo la sinistra in consiglio»

E' stato consigliere di opposizione nelle giunte Carletti, ed assessore ai Lavori Pubblici ed alla Partecipazione nella breve esperienza della giunta Recanatini

L'assemblea di "Falconara a sinistra" ha indicato all'unanimità Massimo Marcelli Flori quale proprio candidato a sindaco in vista delle prossime consultazioni elettorali comunali. 48 anni, attivo in politica dal 1993 e con varie esperienze a livello provinciale e regionale, al Comune di Falconara Marcelli Flori è stato consigliere di opposizione nelle giunte Carletti, ed assessore ai Lavori Pubblici ed alla Partecipazione nella breve esperienza della giunta Recanatini.

«Ringrazio per la fiducia e la stima che cercherò di non deludere - ha dichiarato Marcelli Flori - e ribadisco che la nostra priorità resta una e una sola: battere la destra e riportare dopo dieci anni la sinistra in consiglio comunale. Non ci rassegniamo a questa brutta Falconara, dove la politica è ridotta a favori ad personam, dove la destra ha scientemente introdotto il virus del razzismo e dell'avversione ad ogni diversità, dove i tanti che chiedono aiuto vengono nascosti dietro l'apparenza delle sagre e delle piste di pattinaggio. Col nostro gruppo ci mettiamo la faccia, la nostra, quella di uomini e donne di sinistra, con coerenza, con i nostri valori, le nostre idee e le nostre proposte, senza maschere e senza trucchi, con umiltà e sincerità - ha proseguito Marcelli Flori-. Si potrà non condividere ciò che proponiamo, ma certamente si potrà capire senza malintesi quel che diciamo e a chi ci rivolgiamo. Siamo la sinistra di questa città, e siamo orgogliosi di esserlo." La lista è pronta da tempo, e la sua varietà è garanzia di pluralismo e ricchezza di diversità. Il programma è il frutto di un confronto continuo: un insieme di proposte concrete che partono dallo stato di cose presente per cambiarlo radicalmente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento