Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2018

Bar del Duomo, Tombolini getta un'ombra di sospetto sull'ok della Soprintendenza

"Un altro bel cadeau, uno scampolo di fine consiliatura, quello che la sindaca renziana Mancinelli, complice  la soprintendenza, ha fatto alla città" parte

"Un altro bel cadeau, uno scampolo di fine consiliatura, quello che la sindaca renziana Mancinelli, complice  la soprintendenza, ha fatto alla città. Chiarisco: regalarsi ( perché la proprietà della struttura è e resta del Comune) un bel bar sotto il Duomo facendo lievitare  da 40 mq.  fuori terra e 45 di interrati ad una consistenza di mq.750, non è di sicuro un cattivo affare. Da qualunque parte la si guardi, però, questa è una storia paradossale. Una storia all’italiana. Senza entrare nel merito delle concessioni che negli anni passano di mano in mano, vorrei soffermarmi invece sull’intreccio altalenante fra Comune e Soprintendenza.  Fino all’arrivo della Mancinelli, Comune e Soprintendenza hanno infatti mantenuto fermo ed irrinunciabile il concetto in base al quale la Soprintendenza, in data 12 luglio 2013, ricordava: (omissis) questa Soprintendenza  ha effettuato anche diversi sopralluoghi ispettivi  verificando da diversi punti di vista  l’effettivo impatto dell’opera abusiva posta nell’ambito di uno  dei luoghi più panoramici della città . Dall’esame dell’opera abusiva (veranda della superficie di mq.70 circa) è emerso che la presenza della struttura abusiva comporta una notevole alterazione delle condizioni paesaggistiche del contesto interessato e conseguentemente produce una manomissione dei valori codificati della forma di tutela in atto. Per quanto sopra esposto, questa Soprintendenza esprime parere negativo al mantenimento della struttura che risulta particolarmente impattante anche per le sue notevoli dimensioni. Si chiede che venga ripristinata la sistemazione dell’area di proprietà comunale a verde pubblico” Nell’ agosto del 2013 la stessa Soprintendenza rincarava la dose ribadendo che L’opera abusiva risulta visibile da più punti di vista; inoltre l’area ricade in un’area di eccellenza del centro storico di Ancona, avendo nell’intorno monumentali complessi quali la Cattedrale, palazzo del Senato, Palazzo Ferretti, Chiesa degli Scalzi. Per quanto sopra esposto questa Soprintendenza esprime il proprio parere negativo.” Con l’arrivo della Mancinelli a Palazzo del Popolo, Improvvisamente per Comune e Soprintendenza tutto cambia. Oh, attenzione,  il Duomo resta sempre al suo posto e l’area continua ad essere d’eccellenza ma guarda caso in data 24 febbraio 2017 comincia la Soprintendenza a cedere esprimendo un parere “di massima favorevole” su di un’opera che aumenta “a dismisura l’edificazione in una zona di tutela. A seguire, quasi fosse stato concertato a tavolino, la Mancinelli e la sua giunta hanno fatto il resto. , Hanno subito adottato una variante al PRG che in una delle ultime sedute il  Consiglio ha poi avallato mettendo il suggello definitivo ( per il momento) ad una vicenda dai tanti punti da chiarire. Per carità un bel balcone sul porto può e deve rappresentare una attrattiva affascinante . Siamo però sicuri che la bellezza dei luoghi non verrà alterata? Chi ci garantirà il rispetto di luoghi cari alla nostra storia e alla nostra  fede?  Di certo il mio esecutivo, confidando nell’intelligenza e nella disponibilità di chi gestirà la struttura,  aprirà subito un tavolo di confronto con tutti gli interessati) perché appunto in maniera equilibrata questa nuova realtà economica e turistica sia di qualità e di grande livello e possa impattare nel modo meno traumatico possibile con le suggestioni ed il rispetto dei luoghi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar del Duomo, Tombolini getta un'ombra di sospetto sull'ok della Soprintendenza

AnconaToday è in caricamento