Elezioni Comunali, Altra Idea inaugura la sede e attacca: «Tombolini scelto da Roma»

Il candidato sindaco Francesco Rubini non le manda a dire neppure alla Mancinelli e al MoVimento 5 Stelle. Poi annuncia assemblee territoriali e nuove sedi

Francesco Rubini inaugura la sede di Altra Idea di Città

«Assistiamo alla riproposizione stanca da una parte del centrosinistra, che malgrado l’operazione di maquillage politico della Mancinelli rappresenta la continuità politica con il disastro di questa città, dall’altra parte vediamo un’operazione politica altrettanto macchiettistica come quella di Tombolini che malgrado decine di cartelloni propagandanti un progetto civico è il candidato scelto a Roma da Salvini, Meloni e Berlusconi». Francesco Rubini va all’attacco. Il candidato sindaco della civica Altra Idea di Città alza i toni nei confronti delle liste sfidanti per le amministrative del prossimo 10 giugno.

Durante l’inaugurazione della sede della campagna elettorale in Corso Mazzini, dove Altra Idea ha previsto anche un punto di ascolto per le proposte dei cittadini, Rubini non risparmia frecciate al fresco candidato sindaco del centrodestra: «Tombolini ha fatto una scelta politica drastica scegliendo la destra a trazione leghista, quella intollerante e reazionaria che al di là dei proclami aveva un programma totalmente diverso dallo stesso Tombolini». Ma ce n’è anche per il M5S: «E’ stato incapace in questi anni di raccogliere il dissenso e il pensiero critico di questa città e oggi, a due mesi dalle elezioni, non è neppure in grado di esprimere una candidatura autonoma perché attende una certificazione da Roma come se ci fossero degli enti supremi che possano decidere sui territori». Rispetto ai tre schieramenti Altra Idea si ritiene l’unica scelta autonoma e differente: «Abbiamo messo da parte le nostre vecchie appartenenze per costruire un percorso partecipato e assembleare in cui il metodo del consenso e della partecipazione democratica è l’unico che ci porta avanti». Ribadito il programma elettorale: si parte dall’ambiente e la mobilità alternativa che fa perno sulla riduzione del traffico in centro e su percorsi pedonali tra il Duomo e Portonovo, senza tralasciare la necessità di un bilancio partecipato che preveda una percentuale di risorse da dedicare ai quartieri. Punti focalizzati negli ultimi mesi nelle riunioni attorno a dei tavoli tematici, ma che saranno integrati da eventuali nuove proposte.

Alcune saranno raccolte proprio nella punto di ascolto della nuova sede di Corso Mazzini 54, lo stabile di due piani dove mercoledì sono stati presentati i primi 20 candidati della lista. «E’ solo il primo di altri luoghi che proverremo ad aprire nelle prossime settimane in quartieri in difficoltà come il Piano o altre zone periferiche». Altra Idea raccoglierà anche le voci di quartieri e frazioni attraverso assemblee territoriali che partiranno la prossima settimana. In quelle sedi si discuterà in assemblea anche sulle eventuali alleanze con realtà tra cui A2O, MDP e Voi con Noi, citate dallo stesso Rubini : «La data del 10 giugno ci permette di avere un confronto più sereno e aperto, se sulla base della nostra identità e delle nostre linee programmatiche ci sarà la possibilità di allargare il fronte civico e politico che vogliamo rappresentare saremo disponibili, ma non accettiamo imposizioni calate da altri teatrini della politica romana».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento