Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Lavoro, green economy e diritti civili: Liberi e Uguali lancia i suoi candidati marchigiani

Sono questi i temi affrontati ieri dai candidati alle Elezioni Politiche del prossimo 4 marzo durante la presentazione del Comitato Comunale di Ancona di Liberi e Uguali

Lavoro, tutela dei diritti e "green economy". Sono questi i temi affrontati ieri dai candidati alle Elezioni Politiche del prossimo 4 marzo durante la presentazione del Comitato Comunale di Ancona di Liberi e Uguali. «Una campagna elettorale difficile - dice Luca Bonventi - candidato al collegio Plurinominale della Camera dei Deputati - quella che si prospetta che non vede in questa prima fase affrontare i temi veri ma pone al centro solo sterili contrapposizioni. C'è sempre più bisogno di una vera sinistra riformista, una sinistra dei lavoro e dei diritti, una sinistra per i molti e non per i pochi e Liberi e Uguali ha l' ambizione di avere quel ruolo. È nostro dovere - continua Bonventi - dare una speranza ai tanti delusi che non hanno più avuto una casa politica e lavorare affinché dal 05 Marzo questo movimento diventi un partito". Forte l' attenzione sulla difesa dei diritti civili posta da Concetta Contini, candidata al collegio plurinominale del Senato per cui, sulla green economy «vi è la forte necessità di puntare al superamento della dipendenza dalle energie fossili e alla creazione di una vera e propria " carbon tax" : due punti fondamentali del nostro programma che devono entrare con forza in un agenda di governo».

Elezioni Politiche 2018, ecco i candidati marchigiani di Liberi e Uguali

Ma il principale obbiettivo rimane il lavoro. «Serve ridare dignità al lavoro e diritti ai lavoratori è la necessità primaria - dice Piergiovanni Alleva -  candidato al collegio uninominale della Camera dei Deputati di Ancona - così come concentrare il reddito garantito a chi non ha lavoro perché lo ha perso e ha difficoltà a rientrare in un mercato sempre più difficile. Il superamento del Jobs act e la reintroduzione dei contratti indeterminati sono un' elemento di dignità che una forza di sinistra deve ripristinare». Temi centrali per i candidati Giuseppe Buondonno e Bruno Pettinati anche il tema della ricostruzione post terremoto. «Si è messo in moto un percorso unitario per una sinistra popolare e di massa che deve portare ad un nuovo soggetto politico capace di ascoltare: radicalità e riformismo non sono in conflitto e per questo più questo partito sarà plurale più forte sarà la sinistra». Sul terremoto Pettinari avverte: "L'alto maceratese è un territorio ancora sofferente alla ricerca di una propria identità che ha bisogno di attenzione per poter tornare ad essere vivo. Ricostruzione uguale lavoro. Un binomio perfetto sul quale però va posta attenzione perché il pericolo che quel lavoro sia sinonimo di illegalità è molto forte. Dobbiamo tenere la guardia alta non dimenticandoci i nostri principi». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, green economy e diritti civili: Liberi e Uguali lancia i suoi candidati marchigiani

AnconaToday è in caricamento