Da Palombina a Falconara, movida sotto controllo: alle 22 scattano i divieti

Controlli a sorpresa nei locali balneari da Palombina a Falconara. La Municipale verificherà il rispetto delle ordinanze sindacali in merito alla vendita di alcolici, all'utilizzo dei corretti contenitori, all'adeguamento agli orari per l'emissione sonora

Brandoni a sinistra e la Mancinelli a destra

Controlli a sorpresa negli stabilimenti e negli chalet lungo la spiaggia, da Collemarino alla stazione di Falconara. Gli agenti della Polizia Municipale verificheranno il rispetto delle ordinanze sindacali in merito alla vendita di prodotti alcolici, all'utilizzo dei corretti contenitori, all'adeguamento agli orari riguardo all'emissione di rumori/ musica. Comune di Ancona e Comune di Falconara insieme per garantire una Estate Sicura sul litorale e più tranquilla per tutti i cittadini residenti senza però che questo vada a compromettere l'attività degli operatori balneari.

Due realtà differenti, quella falconarese, con una maggiore ricettività notturna e più frequentata dai giovani, quella anconetana più apprezzata dalle famiglie e con servizi diversificati, ma vicine per far fronte alle mancanze economiche. In fin dei conti la spiaggia è la stessa, separata solo da un cartello. «Unendo le forze delle due polizie municipali si vanno a risolvere anche i problemi di personale e possono essere scambiate attrezzature come fonometrici ed etilometri» sottolinea il vicesindaco di Falconara Clemente Rossi. «Collaboriamo non con l’obiettivo di reprimere ma di contemperare e tutelare tutti gli interessi. Non è possibile eliminare la movida lungo il litorale ma controlleremo a sorpresa, la collaborazione diventa fondamentale» afferma il sindaco di Falconara, Goffredo Brandoni.

«La cooperazione può essere estesa anche ad altri ambiti, affrontando insieme diverse problematiche» dice il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli. La scorsa settimana, l'8 e il 9 luglio, le Municipali hanno effettuato controlli delle emissioni sonore. Dalla prossima settimana partiranno anche i controlli sulla somministrazione di alcolici. «Dal 18 luglio fino al 22 agosto, grazie ad una apposita ordinanza, i locali nella parte anconetana della spiaggia di Palombina potranno protrarre la musica fino all’una, mentre attualmente il limite è di mezzanotte» spiega l'assessore alla sicurezza Stefano Foresi.

A Falconara per 4 giorni la settimana-  il martedì, il giovedì, il venerdì e il sabato- i locali possono tenere la musica fino alla 2, con possibilità di deroga fino alle 3 abbassando il suono ai 55 decibel. Tutti gli altri giorni l'orario limite è mezzanotte e mezzo salvo la settimana di Ferragosto, la musica potrà continuare fino alle 2. Sempre a Falconara la vendita di prodotti alcolici, negli esercizi commerciali, è vietata dalle 22 alle 7. Negli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande invece, il lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e domenica vige il divieto di vendere le bevande dalle 22 alle 7 e di somministrarle dalle 1 alle 3 (salvo la concomitanza con il consumo di pasti), mentre dalle 3 alle 6 il divieto è totale. Per quanto riguarda il venerdì ed il sabato, negli esercizi di somministrazione delle bevande è vietato venderle dalle 22 alle 7 e somministrarle dalle 3 alle 6.

La vendita di alcolici è invece assolutamente vietata ai minori. Le verifiche riguarderanno anche l'utilizzo improprio del litorale. Multe salate per i trasgressori, si parte da 250 euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento