Politica

Il diario della crisi: si rompono i rapporti Pd-Idv?

In caso di elezioni i dipietristi anconetani si dicono pronti - una volta accantonato Gramillano - a riproporre il modello Marche. Ma i democrat avvertono "Mai più con questo Idv"

Nemmeno la neve ha raffreddato la polemica politica. Il sindaco Fiorello Gramillano ha rassegnato sabato scorso le dimissioni, entro i termini previsti dalla legge, e dunque ora ci sono circa due settimane di “tempo tecnico” in cui i partiti hanno l’ultima chance di trovare un accordo salva-amministrazione, altrimenti si vota a primavera. Semplice? Non proprio.
Il problema principale è riuscire a salvare i rapporti di coalizione dall’infuriato dibattito nel merito: se infatti per David Favia, leader Idv, non ci sono problemi di sorta e una volta rimosso Gramillano – come si legge nei giornali di oggi – i dipietristi anconetani non vedono ostacoli nel ripresentarsi ai cittadini con il cosiddetto “modello Marche” (ovvero alleanza Pd, Idv e Udc, come in Regione), per i democrat dorici potrebbe non essere così facile lasciarsi alle spalle la stagione dei veleni.

Il consigliere regionale Pd Gianluca Busilacchi ha infatti ribadito la parola d’ordine “Mai più con questo Idv”, e anche i Giovani Democratici, descrivono come “vergognoso” il quadro politico che affigge la città. Si legge in una nota: “Dopo aver disertato in più di un'occasione il tavolo delle trattative e dopo aver sistematicamente insultato sindaco e PD, consideriamo inoltre l'alleanza con l'IDV un capitolo chiuso”. I giovani chiedono, in caso di elezioni, il ricorso alle primarie per la scelta del sindaco e “criteri stringenti per la composizione delle liste”.

Gramillano, il diretto interessato, non parla, e anche nel consiglio di ieri ha mantenuto il più stretto riserbo sulle questioni politiche, occupandosi solo della difficile gestione dell’emergenza neve che attanaglia la città.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il diario della crisi: si rompono i rapporti Pd-Idv?

AnconaToday è in caricamento