Politica

Bilancio, parla Gramillano: “Rendiconto corretto, nessun commissariamento”

Gramillano interviene sulla mancata approvazione del bilancio: "Mero errore formale, il rendiconto del 2011 è sostanzialmente, formalmente e legittimamente corretto." Consiglio comunale straordinario in corso

Nella foto: il sindaco di Ancona Fiorello Gramillano

Il sindaco di Ancona Fiorello Gramillano interviene sulla mancata approvazione del bilancio:

“La mancata approvazione è la conseguenza di un mero errore formale. Nessuno ha messo in dubbio la correttezza dei dati contabili del consuntivo o l'entità dell'avanzo di amministrazione. Pertanto il rendiconto del 2011 è sostanzialmente, formalmente e legittimamente corretto, così come confermato anche dall'organo di revisione che, vale la pena di ricordarlo, ha espresso il suo parere “esaminato lo schema di rendiconto dell'esercizio finanziario 2011, unitamente agli allegati di legge, e la proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2011”. Un passaggio che, di fatto, ha avallato la proposta deliberata in Giunta.

Lo slittamento della data di approvazione del consuntivo, comporterà soltanto due conseguenze: un virtuale blocco dei trasferimenti statali fino alla data di approvazione (in ogni caso il pagamento dei trasferimenti è previsto per la fine di maggio) e l'obbligo per l'amministrazione di far fronte unicamente alle spese obbligatorie.
In realtà poco cambia visto che l'amministrazione comunale lavora già per dodicesimi dal 1° gennaio, impegnando quindi soltanto i fondi per l'attività ordinaria fino all'approvazione del bilancio di previsione.

Un bilancio che, come sempre e mai come quest'anno, attende le indicazioni del Governo centrale e, di conseguenza di Regione e Provincia per lo stanziamento dei fondi. Basti pensare che, per esempio, soltanto da una decina di giorni sono state rese note l'entità dei trasferimenti statali, mentre per l'Imu solo la scorsa settimana sono state date indicazioni precise ai Comuni per la sua applicazione. Quindi, di slittamenti, non ve ne sono stati né ve ne saranno.

Non esiste, infine, nessuna ipotesi di commissariamento, ipotesi riservata esclusivamente in materia di bilancio preventivo”.

È in corso intanto al Comune un consiglio straordinario, con ogni probabilità per affrontare i nodi tecnici relativi all’approvazione del bilancio.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio, parla Gramillano: “Rendiconto corretto, nessun commissariamento”

AnconaToday è in caricamento