Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Porto, viabilità e ambiente: la città studia insieme ai giapponesi

Visita di una delegazione di Ikoma, cittadina del Sol Levante simile ad Ancona nell'ambito di un progetto sulla cooperazione internazionale urbana

Oggi un primo approccio per conoscere i reciproci sistemi di servizi sociali. Domani prosegue il ciclo di visite tra porto, viabilità e ambiente. Ikoma, cittadina del Giappone nella Prefettura di Nara. E Ancona, capoluogo delle Marche. Due cittadini simili per numero di abitanti che hanno stretto un patto di cooperazione internazionale urbana che nasce da un progetto europeo. La visita di oggi si è snodata tra una prima riunione a Palazzo del Popolo, la visita al Centro diurno Laboratori e Mestieri (integrazione dei disabili), al carcere di Barcaglione, una visita guidata al Museo tattile Omero e alla Mole Vanvitelliana. 

Domani, 5 ottobre, il programma prevede una visita al porto di Ancona e all'Autorità Portuale. Verranno illustrati la dimensione marittima della città, la mobilità, le politiche energetiche e i progetti europei di adattamento alle variazioni climatiche. Nel pomeriggio visita al quartiere degli Archi e presentazione dei progetti di riqualificazione e del progetto social lab. La visita conoscitiva, che fa seguito a quella effettuata dalla delegazione anconetana a Ikoma la primavera scorsa si concluderà sabato 6 ottobre con un meeting plenario presso la Pinacoteca Podesti alle ore 10,30, “The City presents the City” cui interverranno i rappresentanti delle maggiori istituzioni e associazioni del capoluogo, per dare ciascuno il proprio contributo. Al termine, visita e successivo working lunch a Portonovo, nel parco naturale del Conero, altra realtà cui agli ospiti giapponesi sono molto interessati, insieme alle scelte in materia di energia, anziani e disabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, viabilità e ambiente: la città studia insieme ai giapponesi

AnconaToday è in caricamento