Andrea Quattrini
Politica

Degrado a Largo Sarnano: M5S propone riqualificazione dell’area

Depositata interpellanza in cui si chiede l’individuazione della proprietà dell’impianto di distribuzione di carburanti, la rimozione dei rifiuti e il risanamento della zona

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Al Sig. Presidente del Consiglio comunale di Ancona
                                                                      Sede
Oggetto: interpellanza a risposta orale in Consiglio (art. 25 Reg.).
     Sig. Presidente,
con la presente lo scrivente interpella il Sindaco e la Giunta sulla situazione di degrado a Largo Sarnano.
Distinti saluti
Il Capogruppo MoVimento 5 stelle – Ancona
Andrea Quattrini

Testo dell’interpellanza.

A Largo Sarnano, permane, ad avviso dell’interpellante, una situazione di grave degrado e di potenziale pericolo per l’incolumità delle persone. Parte della superfice è occupata da un impianto di distribuzione di carburanti ormai inattivo da molto tempo. La superfice è stata transennata con una rete metallica e all’interno sono ben visibili fusti di lubrificanti e materiale probabilmente infiammabili, nonché pezzi di televisori ed altre apparecchiature elettriche, nonché scatoloni e rifiuti vari. Il risultato per i passanti e per coloro che transitano in via Giordano Bruno e in via Urbino è di uno spettacolo degradante e si ripercuote anche nelle attività commerciali site nella piazza, e lungo via Giordano Bruno, attività ad alta frequentazione di persone al punto che i residenti e i commercianti hanno dato vita ad un’Associazione volontaria allo scopo di sensibilizzare l’Amministrazione comunale sul problema ed ottenere soluzioni urgenti. Stando alle informazioni fornite dagli stessi esercenti, il problema deriva anche dalla difficoltà di individuare i proprietari dell’area in cui insiste l’impianto di distribuzione dei carburanti. La situazione di degrado nel frattempo si è estesa ad altre parti della piazza, Infatti nella parte antistante i civici 8 e 9, nei pressi del raccoglitore di indumenti usati, e di un cestino porta rifiuti, sono stati depositati da ignoti, ma ormai da molto tempo senza che nessuno li abbia rimossi, sedie, mobili e persino residui di materiali di edilizia comprese alcune lastre di materiale isolante catramato.
Considerato che per riportare la piazza ad una situazione di decoro quale merita non sembrano necessari interventi costosi per l’Amministrazione, né appare problematico per il Comune individuare la proprietà, sia essa in capo a singoli cittadini o a Società private o a Ferrovie dello Stato S.p.A. che sul finire degli anni 40 ha urbanizzato tutta l’area circostante con la costruzione di centinaia di appartamenti e una decina di negozi, così come è facilmente individuabile la compagnia petrolifera titolare dell’impianto di distribuzione e l’Azienda AnconAmbiente per la rimozione dei rifiuti, chiede al Sindaco e alla Giunta se sono a conoscenza dei fatti suesposti e se come e quando intendano intervenire per:
la rimozione dei rifiuti depositati nella zona antistante i civici 8 e 9; la rimozione dell’impianto di distribuzione dei carburanti ormai in disuso e in evidente stato di abbandono e che rappresenta un pericolo costante per le persone e le cose; il risanamento e la riqualificazione dell’area una volta individuata la proprietà.

Andrea Quattrini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado a Largo Sarnano: M5S propone riqualificazione dell’area

AnconaToday è in caricamento