Venerdì, 17 Settembre 2021
Italo D'Angelo
Politica

D’Angelo: “Siamo alle bufale del 5 per mille: le buche diventeranno crateri”

“I contribuenti di Ancona, come nel resto d’Italia, non possono destinare la quota per le strade, per le frane e per la falesia ed è stupefacente che la Giunta lo ignori o inganni i cittadini”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Abbiamo più volte segnalato che la Giunta mostra forti limiti di tempo dedicato ad amministrare la città, ma la “bufala” della destinazione del 5 per mille, da dedicare ai progetti di manutenzione delle strade cittadine dimostra una supponenza e uno spregio delle norme legislative oltre ad una scarsa sensibilità sociale.

Il Sindaco, l’Assessore Fiorillo e l’Assessore Capogrossi dovrebbero sapere che in base alla legge, la quota del 5 per mille dell’IRPEF versato dai contribuenti può essere destinato: “a) sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociali; b) finanziamento della ricerca scientifica e dell’università; c) finanziamento della ricerca sanitaria; d) sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente; e) sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche”.

I contribuenti di Ancona, come nel resto d’Italia, non possono destinare la quota per le strade, per le frane e per la falesia ed è stupefacente che la Giunta lo ignori o inganni i cittadini. Non meno grave è il tentativo di mettere le mani sulle risorse che vengono destinate a scopi benefici, per sostenere il volontariato, la cura e la ricerca scientifica. Dopo aver portato IMU, TARES e addizionali al massimo sui cittadini e sulle attività imprenditoriali e commerciali, la Giunta vorrebbe mettere le mani sui fondi destinati alle Associazioni e alle categorie più svantaggiate.

Tentativo destinato a naufragare in quanto fuori dalla legge ma utile a fuorviare le gravi responsabilità di una gestione fallimentare del Comune e dei beni immobili che continuano ad essere inutilizzati o mal utilizzati dalla Giunta senza minimamente coinvolgere il Consiglio e le Commissioni consiliari.
In qualsiasi città gli Amministratori che raccontano simili bufale chiedono scusa ai cittadini e in questo caso anche alle Associazioni che si occupano di volontariato sociale. Ma anche in questo caso la risposta sarà “menefrego!” Comunque se le buche aspettano gli effetti del dilettantismo creativo della Giunta, diventeranno crateri.

IL MOVIMENTO CIVICO “LA TUA ANCONA”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D’Angelo: “Siamo alle bufale del 5 per mille: le buche diventeranno crateri”

AnconaToday è in caricamento