Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Crollo mura a Corinaldo, Acquaroli: «La Regione farà la sua parte»

Il presidente della regione ha visitato il tratto di mura danneggiato tra la Rotonda e la Torre del Calcinaro dove ha potuto visionare gli interventi effettuati a seguito del crollo

«La Regione farà la sua parte nell'obiettivo di mettere in sicurezza le mura e il centro storico corinaldese». Parola del governatore marchigiano, Francesco Acquaroli, ieri in visita a Corinaldo accompagnato dal sindaco, Matteo Principi, e dai tecnici della Regione, per visionare lo stato della cinta muraria dopo il gravissimo cedimento avvenuto il 18 febbraio scorso. L'ex parlamentare ha visitato il tratto di mura danneggiato tra la Rotonda e la Torre del Calcinaro dove ha potuto visionare gli interventi effettuati a seguito del crollo: dalla messa in sicurezza del centro storico e di alcune sue abitazioni con l'evacuazione di alcune famiglia, fino alla necessità di demolire un abitato prossimo alle mura castellane. Successivamente si è svolto un breve incontro in municipio con alcuni membri dell'amministrazione comunale.

"La Regione fin da subito, con l'assessore alla protezione civile Stefano Aguzzi e i tecnici che ringrazio- dice il governatore, riporta una nota- ha seguito la vicenda con grande attenzione. Sicuramente la Regione farà la sua parte nell'obiettivo di mettere in sicurezza le mura e il centro storico corinaldese. Stiamo lavorando al rilancio della nostra regione e alla valorizzazione dei bellissimi borghi marchigiani, come quello di Corinaldo, che non hanno nulla da invidiare ad altri territori e devono essere supportati perché i borghi sono il volano per rilanciare turismo ed economia e destagionalizzare la nostra offerta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo mura a Corinaldo, Acquaroli: «La Regione farà la sua parte»

AnconaToday è in caricamento