Contributi a fondo perduto ai gestori delle piscine pubbliche, in arrivo circa 400mila euro

«L'aiuto- spiega in una nota il governatore, Luca Ceriscioli- garantisce un sostegno economico per la mancata attività durante l'emergenza epidemiologica e per agevolare la ripresa delle attività sportive»

Foto di repertorio

ANCONA - Dalla Regione Marche 392mila euro di contributi a fondo perduto ai gestori di piscine a uso pubblico e agli enti di promozione sportiva. Le domande vanno presentate entro il 2 settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L'aiuto- spiega in una nota il governatore, Luca Ceriscioli- garantisce un sostegno economico per la mancata attività durante l'emergenza epidemiologica e per agevolare la ripresa delle attività sportive nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19. Sono risorse che assegniamo per sostenere l'attività del mondo sportivo dilettantistico marchigiano che svolge un ruolo importante a favore della crescita dei giovani e a servizio della coesione sociale della comunità regionale». Il settore sportivo ha visto assegnati 4 milioni di euro di contributi regionali post Covid. I due nuovi bandi sono destinati a due comparti dell'organizzazione sportiva regionale che non potevano accedere a questi contributi. Il primo, con una dotazione di 357mila euro, è riservato ai gestori di piscine, di almeno 25 metri, a uso pubblico, di proprieta' di enti pubblici, di privati e di organizzazioni sportive affiliate al Coni. Il secondo invece ripartisce 35mila euro agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni, con sede legale e operativa nelle Marche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • Coppia scatenata, sesso in pubblico: i passanti riprendono tutto col cellulare

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento