Emergenza Covid-19, in arrivo 200mila euro di contributi per le famiglie numerose

Il Fondo complessivo di euro 200.000 verrà ripartito, fino ad esaurimento dello stesso, tra le famiglie collocate in posizione utile nella graduatoria regionale, a seguito di presentazione di apposita domanda

foto di repertorio (Credit: lombardianotizie.online)

Un avviso pubblico sarà aperto dal 7 settembre al 21 settembre 2020, per concedere contributi una tantum in favore delle famiglie, residenti nella Regione Marche, con numero di figli pari o superiore a tre, al fine di garantire loro sostegno economico, anche alla luce dell’eventualità che, a seguito dell’emergenza sanitaria, si siano trovate in una situazione di precarietà lavorativa e quindi di difficoltà economica. Il Fondo complessivo di euro 200.000 verrà ripartito, fino ad esaurimento dello stesso, tra le famiglie collocate in posizione utile nella graduatoria regionale, a seguito di presentazione di apposita domanda all’interno della piattaforma informatica regionale SIFORM 2.

A ciascuna famiglia ammessa a beneficio verrà riconosciuto un contributo di euro 400 a figlio minorenne a carico, fino ad un massimo di euro 2.000 per ciascuna famiglia ammessa al beneficio, per l’anno 2020. Il provvedimento fa parte di quel pacchetto di interventi straordinari a sostegno della comunità marchigiana che la giunta, su proposta dell’Assessorato alla Famiglia in collaborazione con il Servizio Politiche sociali, ha adottato per far fronte alle ripercussioni economiche e sociali generate dal Covid. La domanda di contributo dovrà essere presentata solo ed esclusivamente attraverso la compilazione del formulario presente nella piattaforma informatica regionale denominata SIFORM2, accessibile al seguente indirizzo internet: https://siform2.regione.marche.it. Tale piattaforma consentirà la presentazione della domanda di contributo solo ed esclusivamente dal 7 settembre 2020 fino alle ore 24,00 del 21 settembre 2020. Fanno fede la data e l’ora della piattaforma informatica regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per eventuali chiarimenti circa i contenuti da riportare nella domanda, i richiedenti potranno contattare il seguente indirizzo di posta elettronica: contributi_famiglienumerose@regione.marche.it o i seguenti numeri di telefono: 071/8064033 - 071/8064042. In caso di difficoltà nell’utilizzo della procedura telematica, gli utenti potranno contattare il servizio di assistenza raggiungibile all’indirizzo email siform@regione.marche.it oppure al numero telefonico 071/8063442. L’elenco dei beneficiari ammessi a contributo, approvato con Decreto del Dirigente del Servizio Politiche Sociali e Sport, verrà pubblicato sul BURM e al seguente indirizzo web: https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/Sostegno-alla-famiglia#Risorse-economiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento