rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Area Marina Protetta, M5S, Rubini e Quacquarini: «Affossato il quesito referendario»

Il gruppo del Movimento 5Stelle insieme ai due consiglieri ha espresso il suo pensiero sull’Area Marina Protetta lasciando trasparire ampio malcontento

Il Gruppo consiliare del Movimento 5Stelle, rappresentato da Daniela Diomedi, Andrea Vecchietti e Lorella Schiavoni, insieme ai consiglieri Francesco Rubini (Altra Idea di città) e Gianluca Quacquarini (Gruppo misto – Democrazia collettiva) si sono scagliati contro la situazione legata all’Area Marina Protetta del Conero:

«E dunque nella serata del 12 gennaio 2022, agli albori di un nuovo anno, arriva la decisione definitiva della Commissione consiliare competente sul quesito referendario presentata a maggio 2021 dai Comitati promotori dell'Area Protetta Marina del Conero: bocciato. Responso scontato dopo 8 mesi di melina, di pantomime e di continui rinvii della stessa Commissione che, esorbitando dai propri compiti, ogni volta proponeva una nuova formulazione del quesito sempre meno aderente alla questione AMP e alla sua legge istitutiva. In sostanza i cittadini anconetani NON potranno, per ora, esprimersi democraticamente su un tema di cui si parla da oltre 20 anni, su cui c'è il via libera del Ministero, su cui nel 2013 l'attuale Sindaco e la maggioranza che la sostiene ne avevano fatto un punto programmatico. Insomma è stato negato un diritto democratico dei cittadini a esprimersi su una questione che riguarda il loro futuro e, più in generale, quello dell’ambiente marino che costituisce una componente importante del nostro habitat. Si conferma ancora una volta una giravolta incredibile di questa Giunta e della maggioranza che cambia idea su temi cruciali per il nostro territorio per difendere chissà cosa a discapito della collettività. E fortuna che sono per la tutela ambientale. Sindaco, Giunta e maggioranza di chiacchiere e di carte ne fanno tante, fatti concreti per il bene della loro comunità tutta, e non solo di una piccola parte, zero. In conclusione: invitiamo tutti, in primis i Comitati promotori dell'Area Protetta Marina del Conero, a NON mollare ed insistere nella volontà di perseguire l’istituzione dell'AMP per il nostro mare ed impegnarsi per la presentazione di una nuova proposta di quesito Referendario per far esprimere i cittadini sul loro futuro. Noi saremo al loro fianco come sempre».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area Marina Protetta, M5S, Rubini e Quacquarini: «Affossato il quesito referendario»

AnconaToday è in caricamento