Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Trasporti pubblici, Gambacorta (M5S): «Conerobus non paga i ragazzi di Atlante»

«Di fatto la Conerobus da circa sei mesi non pagherebbe la Cooperativa Atlante che oggi non ce la fa più»

«Casse vuote o quasi per la società di trasporto pubblico. Una situazione disastrosa che si ripercuote sui dipendenti ed anche sui soci della coop. Atlante (persone con qualche disabilità e ragazzi a borsa lavoro) che hanno in appalto alcuni servizi complementari. Di fatto la Conerobus da circa sei mesi non pagherebbe la Cooperativa Atlante che oggi non ce la fa più». Così Maria Ausilia Gambacorta, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle.

«Il presidente della cooperativa - continua - è stato chiaro con i soci nel dire che il prossimo mese rischiano di non prendere neppure metà stipendio.  Forse metà stipendio a giugno e poi per luglio? Come se non bastasse sembra che Equitalia abbia bloccato  direttamente alla fonte i crediti della coop Atlante per le multe ed altro non pagato. Ed ancora sembra che la Conerobus abbia contratto un mutuo per pagare gli autisti, così almeno ha affermato il presidente della cooperativa Atlante ai soci per far capire loro quanto sarà difficile incassare il saldo dei servizi resi  dalla partecipata del Comune di Ancona.   Mi domano come sia possibile. Eppure non è un fulmine a ciel sereno. Da tempo si sa che la situazione economica della società di trasporto pubblico è in sofferenza. Ma il Comune e la Regione stanno ancora una volta a guardare. Col rischio che saltino corse e che il servizio non venga più garantito come si dovrebbe. Ma è questo che si merita Ancona, la città capoluogo. Purtroppo è il frutto avvelenato di chi ci governa che forse non ha  saputo affrontare nei tempi e nei modi dovuti problemi che richiedono interventi strutturali. Adesso questo poco importa… ci sono dei ragazzi  che con difficoltà cercano di reinserirsi nel modo del lavoro avvalendosi di una cooperativa sociale, che fanno affidamento nella regolarità degli stipendi per pagare l’affitto e vivere. Non è accettabile che una partecipata del Comune trasli su questi ragazzi la propria inefficienza, non è dignitoso...ricordo che l’assessore Simonella aveva detto che la Conerobus era un gioiellino»

«Sempre casse vuote o quasi alla Conerobus - conclude - addirittura un mutuo per pagare gli autisti.Eppure non è un fulmine a ciel sereno. Da tempo si sa che la situazione economica della società di trasporto pubblico è in sofferenza. Ma il Comune e la Regione stanno ancora una volta a guardare. Col rischio che saltino corse e che il servizio non venga più garantito come si dovrebbe. Ma è questo che si merita Ancona, la città capoluogo. Purtroppo è il frutto avvelenato di chi ci governa,e della sciatteria di chi non sa affrontare nei tempi e nei modi dovuti problemi come questo che richiedono invece interventi strutturali e non l’improvvisazione del giorno per giorno».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti pubblici, Gambacorta (M5S): «Conerobus non paga i ragazzi di Atlante»

AnconaToday è in caricamento