Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica Valle Miano / Via della Ferrovia

Strada groviera contesa, Mancinelli: «Costa troppo, sarà comunale ma tra molti anni»

Il Sindaco Valeria Mancinelli congela il futuro di via della Ferrovia, l'assessore Manarini promette: «A primavera interverremo sul tratto già comunale»

Via della Ferrovia sarà acquisita dal Comune di Ancona e messa in sicurezza, ma non in tempi brevi perché gli interventi costano troppo. La prossima primavera intanto verrà sistemato il tratto compreso tra Pietralacroce e l’incrocio con via Aldo Pelliccia, già di proprietà pubblica. Il futuro prossimo e lontano della strada groviera che collega Valle Miano alla via del Conero è stato messo in chiaro lunedì 10 luglio dalla stessa amministrazione comunale nell’incontro pubblico con i residenti di Pietralacroce al campo sportivo del quartiere. E' quanto emerso ieri sera in un incontro pubblico al campetto comunale tra circa 60 residenti da una parte e dall'altra il sindaco Valeria Mancinelli e l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini, che hanno risposto alle domande dei frontisti in merito al caso della manutenzione della via.

«Via della Ferrovia è una strada vicinale ma ad uso pubblico, dove il Comune può intervenire fino al 50% delle spese di manutenzione. L’altra metà è a carico dei frontisti, questa è la legge attuale» ha spiegato il primo cittadino. L’idea di partecipare alla metà delle spese di manutenzione non piace alle 12 famiglie residenti perché, osservano, la strada non è più secondaria ma è diventata negli anni un’importante arteria utilizzata da tutta la città. Un anno fa oltre 500 residenti di Pietralacroce hanno sottoscritto una petizione chiedendo al Comune l’acquisizione della strada e la messa in sicurezza. «Non basta che la strada diventi comunale con un semplice passaggio di proprietà-spiega ancora la Mancinelli- dovrebbe avere delle caratteristiche che rispettino il codice della strada e servirebbe un intervento molto consistente. La prospettiva non può che essere quella di un’acquisizione, ma parliamo di interventi necessari per centinaia di migliaia di euro e abbiamo già problemi di manutenzione per le strade che sono già comunali. Lo faremo, non fra 20 anni ma neppure fra 3 mesi- continua il sindaco - nel frattempo, senza dover chiedere la metà degli oneri ai frontisti, possiamo mettere in atto opere di tamponamento urgente che stiamo già facendo, anche se so bene che non sono risolutive. Avremmo dovuto addebitare ai frontisti anche il 50% delle piccole asfaltature, ma non ci siamo mai sognati di farlo anche se la legge prevede questo».

La porzione di strada tra Pietralacroce e via Aldo Pelliccia è però di proprietà comunale e l'intervento necessario è già in programma: «A primavera sistemeremo quel tratto, parola di assessore ai lavori pubblici» promette Paolo Manarini. Per quanto riguarda il resto dell'asfalto fino alla sede Conerobus si effettueranno solo interventi non strutturali: «Vedremo di chiudere le buche e risolvere i problemi di sicurezza nel resto della via con soluzioni transitorie- ha concluso Manarini- perché, come ha detto il sindaco, è stato fatto un ordine di priorità per le strade con maggior volume di traffico».


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada groviera contesa, Mancinelli: «Costa troppo, sarà comunale ma tra molti anni»

AnconaToday è in caricamento