Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Fabriano: tavolo di lavoro sul traffico per stilare un piano

In costituzione un "tavolo di lavoro" partecipato da tutte le forze politiche rappresentate in seno al Consiglio comunale, le associazioni di categoria e soggetti in qualche modo coinvolti nella problematica

“Fra la fine di questo mese ed i primi giorni di settembre daremo inizio ad una fase di analisi e discussione attraverso un tavolo di lavoro per poi incamminarci verso la stesura e l’adozione di un Piano Urbano del Traffico che sappia rispondere alle esigenze della città”.

E’ quanto indica il neo assessore alla Mobilità e Trasporti, avv. Giuseppe Galli, che – prima di dare avvio al procedimento amministrativo – ha stilato una serie di iniziative a partire dalla costituzione di un “tavolo di lavoro” partecipato da tutte le forze politiche rappresentate in seno al Consiglio comunale, le associazioni di categoria e soggetti in qualche modo coinvolti nella problematica.

L’obiettivo “è quello di arrivare alla stesura di un documento dopo aver analizzato tutte le attività, azioni già poste in essere”.

In primis il contenuto del cosiddetto “piano Sintagma” che venne stilato dalla omonima società di Perugia nei mesi precedenti il terremoto del 1997 . Di quel piano il Comune approvò uno stralcio riguardante il solo centro storico, una ipotesi sperimentale che venne vanificata dal grande evento sismico del settembre di quell’anno.
Contestualmente sarà analizzato il contenuto del P.U.M. (Piano urbano di mobilità) e il D.O.S.T. (Documento strutturale elaborato dalla Politecnica delle Marche e che contiene una sezione dedicata alla mobilità) per arrivare, in definitiva, alla definizione di un Piano Urbano del Traffico che rappresenti l’effettiva e corretta gestione del traffico e della mobilità del territorio.

“Ritengo – sottolinea l’assessore Galli – che il percorso che stiamo intraprendendo sia non solo quello istituzionalmente corretto ma anche  quello in grado di analizzare tutto ciò che è stato già ipotizzato e definire nuove linee di azione aggiornate alle attuali realtà ed esigenze.

E’ indispensabile, dopo aver valutato le priorità, dar luogo ad una attività di programmazione affinché la città abbia la capacità di attrarre attraverso nuove modalità di mobilità, integrate con quelle tradizionali, nuovi flussi per il rilancio economico, sociale e turistico del territorio”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabriano: tavolo di lavoro sul traffico per stilare un piano

AnconaToday è in caricamento