Via Torresi e Seppilli: nasce il comitato dei cittadini contro il degrado

I residenti chiedono la ristrutturazione delle mura di via Torresi e combattere il degrado delle vie Torresi, Seppilli, Gigli, Costa, Moroder, Ciavarini e Camerano. Ecco come aderire

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il 28/9/12 si è costituito ad Ancona il Comitato spontaneo di cittadini denominato "Comitato Spontaneo di cittadini - via Torresi/via Seppilli", composto dai promotori del Comitato stesso (residenti ed operatori commerciali della zona) e da tutti i residenti ed operatori commerciali delle vie Torresi, Seppilli, Gigli, Costa, Moroder, Ciavarini, Camerano, che vogliono aderire.

Il Comitato ha carattere spontaneo, volontario, apartitico e apolitico e si incontra periodicamente e pubblicamente per far emergere, grazie alle segnalazioni di tutti, le problematiche che infliggono il quartiere, studiare insieme le soluzioni possibili, coinvolgere la Circoscrizione e l’Amministrazione Comunale per trovare le migliori soluzioni possibili, allo scopo di migliorare la qualità delle vita del quartiere, interessandosi di ogni aspetto che coinvolge i residenti ed agendo attraverso campagne di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e di tutti gli Organi Istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta od indiretta.

Il Comitato nasce come naturale prosecuzione della “Petizione popolare per chiedere la ristrutturazione della mura di via Torresi”, cha visto tanti residenti ed operatori commerciali collaborare attivamente con il promotore della Petizione, Daniele Ballanti, in un lavoro condiviso e di quartiere, raccogliendo in poco più di un mese 1.167 firme; la petizione è stata poi consegnata nella mani del Sindaco dal promotore stesso. Per tanto tempo sono stati sollecitati interventi presso l’Amministrazione per ripristinare l’integrità della mura, che sono dei privati, e il ripristino del transito pedonale ostacolato dalla mancanza dei marciapiedi occupati dai puntelli che sostengono le mura.  
E’ stata anche chiesta ed ottenuta un’Assemblea pubblica, svoltasi a maggio, nella quale sono stati annunciati lavori nel complesso di via Seppilli e parte della mura, ma ancora non si è arrivati nemmeno alle fasi preliminari dell’assegnazione dei lavori e la richiesta di emettere un’ordinanza per ripristinare l’integrità delle mura non è stata ancora presa in considerazione.

A seguito della mancanza di risposte, nonostante i continui solleciti presso l’Amministrazione anche da parte del promotore della petizione, alcuni residenti ed operatori commerciali hanno deciso di costituire questo Comitato spontaneo, chiamando tutti i firmatari della petizione ad unirsi per iniziative condivise al fine di restituire decoro e sicurezza al nostro quartiere.

I promotori del Comitato hanno nominato Portavoce  la Sig.ra Daniela Urbani alla quale vengono conferiti poteri di rappresentanza del Comitato nei rapporti con i terzi.

Il primo atto del Comitato, che sarà a breve recapito, è quello di chiedere al Sindaco:
-    che è ora di concentrarsi sulla situazione di degrado in cui è lasciata la via
-    che si utilizzi qualsiasi mezzo a disposizione dell’Amministrazione per obbligare chi di dovere a ristrutturare le mura (ordinanza)
per restituire ai cittadini di via Torresi e limitrofe normali condizioni di sicurezza e di decoro.

Al Comitato possono aderire tutti i cittadini interessati sottoscrivendo il documento di costituzione recandosi nella sede del Comitato in via Torresi 53, Ancona, p/so la Tabaccheria Urbani, dove è anche possibile consegnare segnalazioni e suggerimenti.

E’ anche possibile recapitare le segnalazioni via web all’indirizzo: comitato.torresiseppilli@gmail.com


Comitato Spontaneo di cittadini - via Torresi/via Seppilli
 

Torna su
AnconaToday è in caricamento