Coltrinari: "Idv lavora per dare risposte concrete alle Marche"

Nell'ultimo fine settimana una delegazione marchigiana del partito ha preso parte alla festa nazionale dell'Italia dei Valori a Sansepolcro (Ar). Ribadita l'esigenza di una coalizione coesa nel centrosinistra. Idv a fianco del Pd alle Regionali 2015

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

ANCONA - L'Idv delle Marche ha partecipato nell'ultimo fine settimana alla festa nazionale del partito che si è svolta a Sansepolcro (Arezzo). Una tre giorni intensa, da venerdì a domenica, in cui si è parlato dei principali temi di stretta attualità: Europa, lavoro, economia, violenza di genere, antimafia, informazione e giustizia. Discussioni alle quali hanno preso parte esponenti autorevoli della scena politica italiana come Rosi Bindi, Cesare Damiano, Andrea Orlando e Simona Bonafè. Solo per citare alcuni dei volti più noti.

La convention è servita anche per rilanciare l'azione politica dell'Italia dei Valori all'interno della coalizione di centrosinistra. Il segretario regionale di Idv, Ennio Coltrinari, ha sottolineato: "Siamo parte del cambiamento ed anche dalle Marche confermiamo pieno appoggio alla linea rappresentata dal segretario nazionale Ignazio Messina. Il percorso che abbiamo intrapreso sta dando dei risultati estremamente positivi che rafforzano la nostra azione politica sul territorio. L'evento di Sansepolcro ha dato prova che siamo una parte importante e che per costruire il centrosinistra serve anche il nostro contributo."

Un messaggio valido soprattutto in ottica Regionali 2015. "Italia dei Valori sarà presente con il proprio simbolo al fianco del Pd con il quale, a livello regionale, condividiamo la posizione sulla legge elettorale prevedendo il mantenimento del turno unico", prosegue Coltrinari. "Serve una coalizione compatta per dare risposte concrete ai cittadini sui temi del lavoro e sulla qualità dei servizi, sanità in primis, in un clima di confronto aperto senza essere subalterni al Partito Democratico".
Torna su
AnconaToday è in caricamento