Falconara, Cipolletti guida i falchi all'incontro col sindaco Brandoni

Il capogruppo di Fim è atteso al Castello per un incontro con Brandoni sul nuovo assetto della Polizia Municipale ma sono tante le partite in gioco. E intanto torna la vigilanza privata per il Natale

Il sindaco Goffredo Brandoni

Tra sicurezza, vigili e rimpasto di metà mandato sono giorni di passione per la maggioranza che sostiene il sindaco Goffredo Brandoni. E di incontri ad alta tensione emotiva. Su tutti, quello che si terrà al Castello domani, venerdì 19, quando il capogruppo di Falconara in Movimento, Romolo Cipolletti, incontrerà lo stesso Brandoni. Con lui gli esponenti di Uniti per Falconara, Ivano Astolfi e Luca Cappanera. Ordine del giorno top secret. Facile immaginare che il discorso verterà sul nuovo assetto della Polizia Municipale. Con l'accordo con Ancona per il comandante unico (il dorico Massimo Fioranelli) in dirittura d'arrivo si tratta sul vice. Una figura non da poco nell'ambito della riorganizzazione del Comando, visto che Fioranelli sarà a Falconara una volta la settimana. I tre, tra i falchi che hanno chiesto la sostituzione dell'attuale comandante, vogliono garanzie e un nome condiviso.

La sicurezza ha tenuto banco nei giorni scorsi anche tra i consiglieri. Il capogruppo di Upf Raimondo Baia ha spinto per riproporre la vigilanza privata, già sperimentata in estate, per il periodo natalizio. I soldi? Dei circa 14mila euro stanziati in precedenza ne sono avanzati 2500. Nonostante qualche dubbio di Maurizio Andreoni (Fim), Valentina Barchiesi e Marco Giacanella (Upf), più propensi a destinare risorse per sociale o lavori pubblici, la proposta è passata con il sostegno di Cipolletti e Astolfi, più Yasmin Al Diry (Insieme Civico). In ottica rimpasto, previsto tra gennaio e febbraio 2016 ma nel vivo delle trattative, un appoggio non del tutto disinteressato quello nei confronti di Baia. Della serie: se si va alla conta per qualcosa, sempre meglìo avere un voto in più. La maggioranza si riunisce stasera, giovedì 19. I vigilantes, dal 6 dicembre, pattuglieranno la città il sabato e nei festivi, affiancando anche i vigili in occasione delle iniziative natalizie e nei momenti di maggior flusso di persone nelle piazze. "La presenza di una divisa in più sul territorio - spiega Cipolletti - fatto da persone professionalmente preparate come il caso di specie, aiuta ad aumentare la percezione di sicurezza. Visti gli ultimi fatti di Parigi, anche lo scoppio di un semplice petardo crea panico tra la gente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tutto questo intreccio di mail, telefonate, incontri più o meno ufficiali si inseriscono le preoccupazioni legate alla mozione di Falconara Bene Comune/Cittadini in Comune sul ritiro delle deleghe al vicesindaco Clemente Rossi. Nel rimpasto, dove l'unica certezza è l'uscita di Fabio Marcatili e l'ingresso di una donna, c'è chi vorrebbe Rossi fuori e paventa un voto di sfiducia. Più una minaccia che un vero proposito. Brandoni non ha intenzione di privarsi dell'esperto vicesindaco. Nel tempo gli ha affidato varie partite importanti extra deleghe (vedi Montedison, rapporti con Conerobus, con Ancona) e anche la recente nomina di Lorenzo Catraro alla presidenza di Aerdorica, che Rossi conosce bene per i trascorsi comuni tra i socialisti, potrebbe giocare a suo favore. Fbc/Cic non molleranno la presa e per i prossimi consigli comunali (ne sono previsti due tra fine novembre e inizi dicembre) si prevedono scintille. I civici d'opposizione, preoccupati per il fermento del Movimento 5 Stelle che pesca nello stesso elettorato, sono anche intervenuti sulla querelle interna di Insieme Civico. "Si è mostrata una lista civica di facciata - si legge in una nota - che ha pescato voti tra i cittadini vicini all’astensionismo. A che serve un direttivo al posto di un’assemblea aperta a tutti i sostenitori che desiderano partecipare? A concentrare le decisioni su poche persone e fare in modo che al momento giusto subentri in consiglio comunale la persona più gradita a Brandoni. Dunque la sedicente lista civica falconarese/jesina sta mostrando la sua reale natura: sentinella di chi comanda, vuota di idee proprie e, all’occorrenza, veicolo di protagonismo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento