Ciclovia adriatica, i quartieri di Villanova e Fiumesino sono cantieri aperti da troppo tempo

Il Consigliere Comunale Baldassini Marco presenta una interrogazione urgente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il consigliere delle periferie Baldassini Marco accusa l’amministrazione comunale di non seguire e far accelerare i lavori per la definizione e la messa in sicurezza del tratto della ciclovia adriatica che attraversa i due quartieri . Il sottopasso davanti alla ex caserma Saracini è pronto ? Ci sono problemi per la sua apertura al pubblico? Nel quartiere di Fiumesino è ormai più di un anno che sono stati posizionati i cordoli di cemento sulla carreggiata ma la segnaletica orizzontale e verticale ancora non si vede e questo crea seri problemi per la sicurezza stradale nel transitare proprio via Fiumesino . Dall’uscita del sottopasso sino all’ex Hotel internazionale è prevista la pista ciclabile a raso ovvero disegnata a terra ma ancora non è stata eseguita . Perché? Venendo al quartiere di Villanova dove da circa un mese sono iniziati i lavori e non ancora completati , anche qui non è ancora stata realizzata la segnaletica verticale ed orizzontale a regolare il transito veicolare. Come fa la pista ciclabile a collegarsi con quella già esistente , ma non a norma e realizzata a suo tempo dall’amministrazione Carletti ,dal civico 633 di via Flaminia (rotatoria) e l’ex passaggio a Livello ? Anche qui verrà disegnata a terra o le bici dovranno transitare sul marciapiede ? Nota dolente rimane sempre la sottrazione di posti sosta auto lungo la Flaminia , di cui l’amministrazione sta provvedendo facendo realizzare un parcheggio per almeno 20 auto nella proprietà comunale dell’area ex Angeloni : ma quando? I lavori sono stati appaltati il 2 febbraio scorso e a mezzo organi di stampa l’amministrazione, con il suo portavoce l’assessore alle piccole manutenzioni , viabilità e decoro urbano ,aveva affermato che in una settimana sarebbe stato pronto , e invece? Trascorso più di un mese e il cantiere ancora è in alto mare , solo un piccolo tratto di muretta è stato demolito per agevolare l’ingresso e uscita dal parcheggio e poi ad oggi tutto è fermo. Nonostante tutto non si conoscono le motivazione dello stop ai lavori , ma una cosa è certa : i parcheggi andavano creati prima di mettere mano al posizionamento dei cordoli con il conseguente restringimento della carreggiata , accettando magari la richiesta presentata a mezzo mozione dallo stesso Baldassini per l’abbattimento della mura antistante le ex scuole Lorenzini in via Campanella e creare quindi circa 15 posti auto a spina di pesce allargando di conseguenza la carreggiata della via quale strada di uscita e di fuga dal quartiere in caso di incidente rilevante .Il Baldassini ci fa sapere che ha presentato una interrogazione urgente in merito a dimostrazione ancora una volta della superficialità con cui l’amministrazione comunale affida e segue i lavori ; questo lavoro del nuovo parcheggio che a parere del Baldassini poteva essere sicuramente eseguito dalle maestranze comunali con risparmio di circa 14.000 euro FIRMATO Baldassini Marco Consigliere Comunale di Falconara M.ma

Torna su
AnconaToday è in caricamento