Ceriscioli: «Rilanciare Torrette, Salesi entro marzo o perdiamo i fondi statali»

Ceriscioli ha ribadito e fissato 3 obiettivi fondamentali. Primo, riaffermare il ruolo chiave e l’identità storica di Torrette. Secondo la ridefinizione del progetto “Salesi”. Terzo, riportare i bilanci in equilibrio

Michele Caporossi - Luca Ceriscioli

Riaffermare il ruolo chiave e l’identità storica dell'ospedale regionale di Torrette con una programmazione strategica che coinvolge anche l’Università e andare a mettere un punto sul trasferimento dell’ospedale pediatrico Salesi dal centro città a Torrette entro marzo perché: «Ci sono 22 milioni di euro di fondi statali che non voglio perdere» ha detto oggi (mercoledì 27 gennaio) il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Parole dette in occasione della conferenza stampa di presentazione del nuovo direttore generale dell’Azienda ospedale Riuniti di Torrette Michele Caporossi, che ha firmato pochi giorni fa un contratto triennale. «Con un contributo regionale siamo riusciti a trovare risorse per 50 milioni di euro euro per realizzare una nuova struttura - ha ribadito Ceriscioli - Lo schema è noto e porta dentro Torrette il reparto di ginecologia e ostetricia, rilanciando l’ospedale pediatrico regionale da realizzare come struttura autonoma e identitaria». Sempre a Torrette, vicino all'ospedale regionale e l'Università di medicina. Dunque sul Salesi si deve andare avanti e mettere un punto anche perché, se no, addio fondi dello Stato per il riassetto sanitario. E andrà fatto entro marzo, quando il governo regionale incontrerà il Ministro Beatrice Lorenzin per fare il punto della situazione.

E proprio nel rapporto di collaborazione con il nuovo direttore generale Caporossi, Ceriscioli ha ribadito e fissato 3 obiettivi fondamentali. Primo, riaffermare il ruolo chiave e l’identità storica di Torrette con una programmazione strategica che coinvolga anche l’Università. Per cui l’ospedale regionale di Ancona dovrà tornare a diventare polo di attrazione con un bacino minimo: la regione. Ma dovrà anche essere capace di andare oltre, richiamando anche persone da altre regioni perché, come ha detto lo stesso Ceriscioli, «già oggi ad Ancona ci sono delle importanti attività sovraregionali». Secondo la ridefinizione del progetto di realizzazione del’Ospedale pediatrico “Salesi” appunto. Terzo, riportare i bilanci in equilibrio non solo economico ma tenendo conto anche delle attività, puntando alla qualità dei servizi come ci ha indicato la nuova Legge Finanziaria. Sì, perché dal 2016 ogni azienda sanitaria dovrà essere in equilibrio e chi va fuori dalla quadratura passa al piano di rientro. E’ dunque necessario fa sì che non si produca in perdita, ma anche che gli investimenti vadano a buon fine. «Oggi quel budget deve produrre quella quantità di obiettivi, quindi non si potrà più smettere di produrre servizi per rientrare da un debito» ha ribadito il presidente Ceriscioli. 

Alla conferenza stampa erano presenti anche il presidente della IV commissione consiliare Fabrizio Volpini e il rettore dell’Università Politecnica delle Marche , Sauro Longhi che, dando atto della partecipazione dell’Ateneo nella condivisione della scelta della giunta regionale del nuovo direttore generale,  ha riassunto il ruolo di Torrette con tre caratteristiche: specializzazione, complessità e unicità, sottolineando inoltre la funzione di ricerca e sperimentazione che si svolge nella struttura a vantaggio di tutto il sistema sanitario regionale,  «una struttura che forma le professionalità e il capitale umano destinato  al servizio sanitario di tutte le Marche e non solo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento