Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica Castelfidardo

Elezioni Castelfidardo, il candidato Marco Tiranti presenta il programma

Con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative a Castelfidardo, il candidato a sindaco per la coalizione del centro-sinistra Marco Tiranti torna sui punti fondamentali del suo programma elettorale

Con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative a Castelfidardo, il candidato a sindaco per la coalizione del centro-sinistra Marco Tiranti torna sui punti fondamentali del suo programma elettorale: «Le elezioni amministrative si stanno avvicinando. La coalizione guidata da Marco Tiranti ha già incontrato molti cittadini per parlare dei problemi di Castelfidardo. La nostra città deve fare un cambio di passo, dobbiamo dare discontinuità alla politica fatta fino ad oggi. La compagine politica che sostiene il candidato Tiranti non amministra Castelfidardo da venticinque anni e questo lo si capisce dalle numerose questioni che i nostri concittadini ci stanno sottoponendo. Abbiamo conosciuto una politica di basso profilo progettuale, si è premiata la visione di medio e breve periodo - si legge in una nota del candidato- 
Venticinque anni fa si è ritenuto opportuno abbandonare il CIGAD, consorzio intercomunale, aggregazione risalente agli anni settanta per la gestione dell’acqua, servizio primario per i cittadini e intuizione avveniristica per l’epoca. Oggi siamo gestiti da APM impresa della provincia di Macerata che tiene aperto il suo ufficio per le utenze un solo giorno a settimana creando disagi alla cittadinanza C’è la necessità di mettere in campo politiche per i giovani. Gli adolescenti chiedono spazi dove potersi incontrare e socializzare, accompagnati da educatori che guidino le varie attività che possono essere fatte in questi luoghi: musica, teatro, sport o semplicemente studio».

«Adeguare la nostra biblioteca comunale e creare una mediateca, saranno nostri obiettivi per i nostri concittadini più giovani- continua la nota- incrementare il rapporto tra scuola e attività economiche, due mondi che devono dialogare sempre di più tra loro. Compito dell’amministrazione comunale sarà quello di fare da collante tra queste due realtà, ad esempio con la creazione di una scuola di liuteria per la lavorazione della fisarmonica.Castelfidardo ha avuto e continua ad avere una forte vocazione artigiana e industriale. Ha saputo regalare ricchezza e prestigio ai suoi cittadini, passando dal distretto industriale degli strumenti musicale ad essere un distretto plurisettoriale, grazie alle capacità di tutti i nostri imprenditori.Oltre a tutto ciò, ora servono progetti mirati a sostenere la cultura in tutti i suoi aspetti e valorizzare i nostri concittadini già apprezzati altrove per le loro capacità artistiche ma, poco conosciuti qui in città. Studiare progetti con le scuole e associazioni culturali e ambientalistiche, far capire ai nostri giovani e futuri adulti l’importanza di tutelare l’ambiente sarà un altro fronte da aprire presto e far sì che la sostenibilità ambientale e sociale non resti soltanto lettera scritta nelle sedi europee lontane dalla nostra città, ma diventi opportunità per tutti noi.
Per concludere questa prima carrellata di idee si pone una speciale attenzione su un progetto fondamentale: la costruzione delle nuova scuola media. Progetto avviato da tempo ma che inesorabilmente cade sempre in problemi burocratici che lo frenano. Tra le varie inaugurazioni che l’attuale amministrazione sta facendo, avremmo voluto vedere inaugurata la nuova scuola. Sarà il primo atto amministrativo che prenderemo in considerazione non appena insediati».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Castelfidardo, il candidato Marco Tiranti presenta il programma

AnconaToday è in caricamento