Daniele Berardinelli
Politica

Case popolari al Q3, Berardinelli (Pdl): “Lo impediremo”

Il consigliere: “Al Q3 sono previsti 24 alloggi, al posto di un luogo di aggregazione che da sempre è mancato nel quartiere. Il rischio è quello che un aiuto alle persone disagiate si trasformi in un mezzo per favorire gli amici di amici”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Domani sera alle 21.00 è prevista un'assemblea nei locali della parrocchia al Q3 che sembrerebbe organizzata dal Comune (c'è il simbolo del comune sul volantino ma nessuno sa chi ne ha autorizzato l'uso, molti colleghi non ne sanno nulla) e dalla circoscrizione, per illustrare l'ennesimo flop di questa amministrazione e della sua maggioranza, PD in testa.

Dopo Pietralacroce, anche nella zona di Monte Dago sta montando la protesta contro la previsione di costruire case di Edilizia Residenziale Sociale, nel caso del Q3 al posto della piazza prevista da tempo. Anche nel resto della città sono previsti altre costruzioni ERS che servirebbero per social housing, famiglie o single con problemi economici che però non avrebbero mai diritto ad una casa popolare.

Ora il progetto è sospeso perché ho sollevato in Commissione urbanistica il problema, sinora non rilevato da Assessori e Uffici, dei costi dell'esproprio/accordo con cui il Comune è entrato in possesso dei terreni. Rischiamo di vedere il Comune costretto a pagare, come purtroppo già successo recentemente, somme aggiuntive agli ex proprietari per aver preso il terreno per uso pubblico e averci poi invece costruito case.

La maggioranza, con l'Assessore Maiolini in testa, nominata con il compito di proporre più progetti possibili alla città sperando di far dimenticare tre anni di nulla, sperava che con promesse, progetti, idee (anche strampalate e non verificate...), in sostanza illusioni, si potessero recuperare consensi, ma l'incapacità amministrativa di questa maggioranza non è cambiata.
Non è un caso se la stessa Maiolini, sino a poco tempo fa accanita sostenitrice della Giunta di centrosinistra, sia ora anche lei per le dimissioni del Sindaco.

Al Q3 sono previsti 24 alloggi, al posto di un luogo di aggregazione che da sempre è mancato nel quartiere. L’idea di costruire case e poi affittarle a canone concordato, sarebbe buona ma è da migliorare, molto... Il Comune darebbe gratis il terreno e gli investitori si devono impegnare a costruire ed affittare le case a prezzi calmierati, con il rischio che potrebbero diventare anziché un aiuto per situazioni disagiate, un affare per favorire i soliti amici degli amici che potrebbero poi riscattare a prezzi irrisori le abitazioni. Prima di pensare a nuovi alloggi “popolari”, dovremmo impegnarci a recuperare i tanti alloggi sfitti, quelli invenduti per la crisi, quelli fatiscenti del centro storico e di altre parti della città e solo se non dovessero bastare si potrà pensare a nuove costruzioni.

Siamo sicuri di riuscire ad impedire, come sembra oramai certo per Pietralacroce, anche quest’ennesimo scempio e questo tentativo sottotraccia di favorire i soliti noti e anche al Q3 faremo rimangiare alla maggioranza le sue scelte irrazionali.

Daniele Berardinelli
Consigliere comunale Ancona

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari al Q3, Berardinelli (Pdl): “Lo impediremo”

AnconaToday è in caricamento