Sala dell'ex consiglio comunale a CasaPound, Rubini (SEL-ABC):«Il sindaco revochi la concessione»

«La sindaca di Ancona Valeria Mancinelli farebbe bene a fare una cosa tanto semplice quanto urgente: revocare la concessione della sala a Casapound e chiedere scusa alla città»

«Come se non fosse bastata l'ignominia del libro presentato nel dicembre scorso presso l'auditorium della fiera della pesca, questa volta, ad aggiungere ulteriore imbarazzo e vergogna alla storia democratica della nostra città ci pensa direttamente il Comune di Ancona concedendo ai neofascisti di Casapound niente di meno che la sala dell'ex consiglio comunale al palazzo del popolo» Così Francesco Rubini , capogruppo SEL - Ancona Bene Comune 

«Ebbene si, al gruppo politico fascista, famoso per aggressioni e violenze, è stato concesso uno spazio nel cuore della casa comunale , luogo per tanti anni della democrazia rappresentativa cittadina. Un ossimoro inaccettabile, uno schiaffo ai valori della Costituzione, una strappo profondo alla storia di resistenza che ha caratterizzato il capoluogo Dorico. La sindaca di Ancona Valeria Mancinelli farebbe bene a fare una cosa tanto semplice quanto urgente: revocare la concessione della sala a Casapound e chiedere scusa alla città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento