CasaPound risponde ad Altra Idea: «Nulla ci impedirà di andare avanti»

Ad una settimana dall'inaugurazione della sede anconetana di CasaPound, il responsabile cittadino Emanuele Mazzieri risponde alla levata di scudi di Altra Idea che chiama alla mobilitazione

I militanti di Cp ad Ancona

Ad una settimana dall'inaugurazione della sede anconetana di CasaPound, il responsabile cittadino Emanuele Mazzieri risponde alla levata di scudi di Altra Idea che chiama alla mobilitazione 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'apertura della sede non è altro che il coronamento di un lavoro di radicamento sul territorio che dura da anni, ci stupiamo come solo ora Altra Idea prenda atto dell'esistenza di CasaPound ad Ancona - spiega Emanuele Mazzieri - e di come proponga argomenti ridicoli e infondati per chiedere che venga impedita l'inaugurazione. A fronte di deliranti richiami alla Costituzione antifascista, ad una non meglio precisata apologia che dimostra la totale ignoranza dei termini di legge per cui tale apologia è applicabile - continua Mazzieri - l'appello di Altra Idea appare risibile ed inconsistente. Non accettiamo patenti di agibilità politica da chi non solo cita la Costituzione senza conoscerla, interpretandola a proprio piacimento, ma mette in dubbio la credibilità dello Stato che non ha rilevato alcuna incostituzionalità nel nostro movimento, ammesso alle elezioni e con consiglieri in decine di comuni italiani. Mentre CasaPound ha superato il centinaio di sedi su tutto il territorio nazionale, guadagnando consensi e credibilità con un progetto politico e sociale che la vede impegnata quotidianamente a fianco degli italiani - continua Mazzieri - sigle come Altra Idea sono ridotte ad una sterile caccia ai fantasmi, ultimo disperato tentativo di affermare una fumosa identità che non sa guardare, come CasaPound, ai problemi attuali e contingenti ma che rimane ancorata ad un passato storico ormai concluso. Nulla ci impedirà di continuare il nostro progetto, tanto meno Altra Idea e le sigle chiamate a raccolta - conclude Mazzieri - perché l'unico giudizio che riconosciamo e stimiamo è quello dei nostri concittadini che ci vedono costantemente schierati a tutela dei loro interessi. Lasciamo ai detrattori il compito disperato di aggrapparsi ad un antifascismo arcaico per giustificare la propria esistenza politica, CasaPound ad Ancona ha cose concrete ed attuali a cui pensare, nell'interesse della collettività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento