Sessantacento: la città abbandonata, ecco le “Cartoline da Ancona”

L’associazione ha creato un “album” speciale, perché “tanto è stato fatto per migliorare l'attrattività turistica di Ancona, ma forse, tante piccole cose ancora si possono fare...”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"In vista dell'arrivo della stagione turistica e della ripresa delle crociere che passeranno nel nostro porto, come ogni anno, la città di Ancona si prepara al meglio per accogliere i suoi visitatori e le persone che accidentalmente o volutamente si recano nel Capoluogo Dorico per ammirarne le bellezze artistiche e culturali.

Per dare il nostro contributo come Associazione abbiamo creato delle cartoline con le immagini che i turisti si portano a casa della nostra amata città, quelle stesse immagini che fanno quindi da biglietto da visita per Ancona e che vengono poi mostrate ad amici e parenti una volta che i visitatori sono rientrati nelle loro città.
Abbiamo deciso di creare sulla nostra Pagina Facebook "Sessantacento Ancona" un Album ad hoc, chiamato "Cartoline da Ancona", dove pubblicheremo le nostre cartoline, delle vere e proprie "esclusive" del Capoluogo Dorico.

Piazza Stracca-2Iniziamo quindi con le prime due cartoline: la prima che riguarda il Porto, luogo centrale della città; quel Porto Storico che tutti vorremmo diventasse fulcro di attività, turismo, commercio, vitalità e che oggi ci appare invece molto distante dalla vita dei cittadini.
La seconda Cartolina invece focalizza una veduta panoramica del Golfo Dorico direttamente da Piazza Stracca, nel pieno Cuore del Centro Storico Anconetano, uno degli affacci più belli di cui la città si può gloriare.

Siamo certi che tanto è stato fatto per migliorare l'attrattività turistica di Ancona, ma forse, tante piccole cose ancora si possono fare...
Prossimamente altre Cartoline da Ancona, vi aspettiamo sulla nostra Pagina Facebook "Sessantacento Ancona"."

Torna su
AnconaToday è in caricamento