Decine di caprioli morti nello scolo del canale, interrogata la Giunta

A dichiararlo il consigliere regionale Lega-Nord Marche Marzia Malaigia che ha presentato un’interrogazione a proposito di quanto sta accadendo nel canale di proprietà dell'Enel

Un capriolo (foto d'archivio)

«Non si puo' assistere inermi a questa mattanza, la Regione intervenga per mettere in sicurezza l’area in cui insiste l 'impianto idroelettrico Enel di Sant’Elena»A dichiararlo il consigliere regionale Lega-Nord Marche Marzia Malaigia che questa mattina ha presentato un’interrogazione a proposito di quanto sta accadendo nel canale di proprietà dell'Enel, dove sono stati recuperati diversi caprioli, cani da caccia ed altre carcasse di animali.

«In questo canale – continua la Malaigia- potrebbero caderci anche i ciclisti o podisti che percorrono spesso quella zona o addirittura i bambini. Dopo una segnalazione di una guardia zoofila volontaria sono venuta a conoscenza che già da piu' di un anno carabinieri forestali, polizia provinciale, vigili del fuoco e personale del cras enpa di Genga intervengono continuamente in questo canale per cercare di salvare qualche animale intrappolato o per rimuove la carcassa di qualcuno che non è riuscito a salvarsi. Il problema è gravissimo e richiede una soluzione immediata. Occorre delimitare l’intera sponda del canale che presenta argini ripidi in cemento, in cui la rete di recinzione è inadatta a proteggere le sponde per tutta la lunghezza, essendo essa malridotta o abbassata».

«È evidente che sia necessario intervenire rapidamente e se non è possibile installare recinzioni – chiude la Malaigia – si provveda almeno a realizzare per questi manufatti artificiali dei rompi tratta o salvavita, in modo da permettere a chiunque resti intrappolato, persone o animali, di risalire senza difficoltà ed evitare ulteriori episodi drammatici. La Regione Marche intervenga, prima che accada una disgrazia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento