menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore anti botti di Capodanno

L'assessore anti botti di Capodanno

Capodanno, l'assessore contro petardi e fuochi d'artificio: «Inutili le ordinanze, serve sensibilità»

L'assessore Renato invita i cittadini a ridurre al minimo l’uso di materiale pirotecnico, in particolare nei luoghi pubblici e nei luoghi privati

Ha richiamato i suoi concittadini all’uso irresponsabile dei fuochi pirotecnici perché possono provocare lesioni a persone e animali oltre al danneggiamento di beni pubblici e privati. Ne è convinto l'assessore al comune di Camerano Costantino Renato che mette sul piatto della bilancia tutte le criticità dell'uso dei così detti botti di Capodanno. "A farne le spese di solito sono i ragazzi che utilizzano in modo poco cauto i “botti”, a seguire gli animali, gli anziani e i cardiopatici che indirettamente subiscono traumi anche con conseguenze gravi - spiega l'assessore - Non di poco conto è l’inquinamento atmosferico e la spazzatura che c’è nelle strade subito dopo i fuochi". Ma la soluzione non sono le ordinanze comunali tanto attese dalle associazioni animaliste, perché «penso onestamente che sia più utile la collaborazione dei cittadini e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, piuttosto che inutili ordinanze che nei fatti non vengono rispettate e difficilmente gli organi di Polizia riescono a controllare». In ogni caso l'assessore Renato invita i cittadini a ridurre al minimo l’uso di materiale pirotecnico, in particolare nei luoghi pubblici e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico e a segnalare alle forze dell’ordine qualsiasi situazione che possa sembrare di pericolo o di contrasto con la normale quiete e sicurezza pubblica.

"Chi, nonostante ciò, volesse usare botti e petardi deve comunque avere l'accortezza almeno di acquistarli da rivenditori autorizzati - prosegue l'assesore cameranse - e devono essere usati in luoghi sicuri lontani da bambini e animali. Evitare assolutamente qualsiasi manipolazione dei prodotti, ad esempio lo svuotare e ricaricare, unire più pezzi insieme o fare un innesco artigianale e comprare solo prodotti etichettati, cioè i prodotti privi di un'etichetta regolamentare non sono in regola e sono da considerarsi "fuochi proibiti". Nessuno vuole vietare l’uso di piccole “fontanelle” o “stelline”, ma evitiamo di acquistare prodotti potenzialmente pericolosi. Sarebbe inoltre utile raccogliere i rifiuti lasciati su strade e marciapiedi per evitare problemi di sicurezza, igiene e inquinamento ambientale, nei giorni successivi al Capodanno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento