Camerano, ecco la destinazione dei proventi derivanti dalle multe

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Considerato il “lockdown” tra marzo e maggio 2020 e una generale diminuzione dei transiti veicolari anche nei mesi successivi, ci attendevamo un dato in diminuzione sulle sanzioni stradali, ma contro ogni previsione è stato registrato un incremento del 75% in quanto si è passato da una previsione di € 160.000 del 2019 a € 280.000 del 2020, dovute per il 70% da infrazioni per eccesso di velocità (erano circa il 50% nel 2019) e il restante 30% per altre violazioni del codice della strada. Nei fatti l’incasso annuo previsto di € 280.000 non potrà essere utilizzato per intero, in quanto da tale cifra devono essere detratti € 139.000 per l’accantonamento nel fondo crediti di dubbia esigibilità ed € 49.500, derivanti dalle sanzioni degli autovelox, che devono essere versati alla Provincia di Ancona in qualità di ente titolare della SP2 Direttissima del Conero. La quota restante a disposizione dell’Ente Comunale di € 91.500, sarà utilizzata in gran parte per le manutenzioni stradali per un importo di € 54.848, € 22.096 per l'acquisto e la sistemazione della segnaletica stradale, € 14.556 è destinata alla manutenzione periodica e all’assistenza della strumentazione operativa (police control, autovelox, videocamere etc…) e ai software (banche dati, aggiornamenti etc…) in dotazione alla Polizia Locale. Assessore Polizia Locale Costantino Renato

Torna su
AnconaToday è in caricamento