Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Uscita a Ovest, l’Udc: "Azienda chiarisca se la vuole davvero"

"Vogliamo chiarezza - ha detto Buttiglione oggi ad Ancona - Se Impregilo Astaldi intende fare quest'opera occorre che rapidamente si arrivi a una definizione e a un inizio dei lavori, se non intende farlo lo dica"

Oggi ad Ancona l'Udc e il suo presidente Rocco Buttiglione, capolista nelle Marche alle prossime elezioni politiche, hanno lanciato l'allarme per i ritardi nella firma della convenzione per realizzare l'Uscita Ovest, collegamento tra porto di Ancona e autostrada A14. ''Noi vogliamo chiarezza - ha detto Buttiglione -. Se Impregilo Astaldi intende fare quest'opera occorre che rapidamente si arrivi a una definizione e a un inizio dei lavori, se non intende farlo lo dica e si studino soluzioni alternative''.

''Da oltre un anno e mezzo - ha spiegato all’ANSA Luigi Viventi, assessore regionale Udc ai trasporti - non si riesce a firmare la convenzione. Occorre capire se dietro a questo vi siano solo ritardi burocratici oppure la scarsa volontà dell'impresa di eseguire l'opera. Se questo sistema di finanziamento (480 milioni di euro in project financing a spese del privato con ammortamento completo a fine concessione; ndr) dovesse arenarsi, e noi ci auguriamo di no, si dovrebbero studiare altre soluzioni puntando su finanziamenti Ue o compartecipazione delle spese da parte dello Stato italiano''.

In ogni caso, secondo l'Udc, “le Marche non possono permettersi di aspettare il 2020” e occorre “individuare percorsi che garantiscano la ripresa del settore, al di là del compimento dell'Uscita Ovest”.

Fonte: ANSA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uscita a Ovest, l’Udc: "Azienda chiarisca se la vuole davvero"

AnconaToday è in caricamento