rotate-mobile
Politica

Bigenitorialità, passa la linea della maggioranza: «Priorità al diritto dei minori»

Il Consiglio comunale ha approvato la proposta di maggioranza sul tema della tutela del diritto dei minori alla “bigenitorialità”. Le riflessioni dei consiglieri

«Dopo un lungo percorso di approfondimento nella Commissione competente (Servizi Sociali), il Consiglio comunale del 13 Dicembre ha approvato la proposta di maggioranza sul tema della tutela del diritto dei minori alla “bigenitorialità” a firma dei Consiglieri Comunali Mirella Giangiacomi, Silvia Valenza, Massimo Mandarano, Lucia Trenta, Matteo Vichi». Lo scrivono in una nota gli stessi consiglieri. 

«Le buone intenzioni della Legge N. 54/2006 sull’affido condiviso nella vita di tutti i giorni vengono spesso, purtroppo, disattese- prosegue la nota- la tutela, la salvaguardia del diritto del figlio minore al mantenimento di rapporti stabili, affettivi e educativi con entrambi genitori, la loro partecipazione congiunta non sono, infatti, ancora appieno realizzate. Pertanto riteniamo che le difficoltà che derivano dall'attuazione pratica dell'affido condiviso rappresentino un tema rilevante che merita un'attenzione prioritaria da parte della politica. Le proposte che ieri la maggioranza ha approvato all'unanimità sono nate anche dal confronto con i vari professionisti che si misurano quotidianamente con il fenomeno della separazione. Gli interventi indicati nel dispositivo riguardano la necessità di favorire un supporto informativo e formativo per i genitori che affrontano la separazione. Il dispositivo mira inoltre a rafforzare l'interlocuzione tra i vari soggetti istituzionali e del Terzo settore al fine di realizzare un percorso comune che ponga i diritti del minore al centro di ogni scelta. Si invita inoltre l'Asur a rafforzare i  Servizi territoriali competenti nel settore della cura dei legami familiari e di sostegno alla genitorialità. Gli spazi con cui l’azione amministrativa può rispondere alla domanda di servizi e di sostegno a situazioni di difficoltà è un piano su cui possiamo ancora mettere in campo energie, col contributo delle associazioni, in collaborazione con la Direzione Politiche sociali e con le istituzioni preposte. E su questo concentreremo i nostri sforzi.
Per quanto riguarda la proposta della minoranza di centro-destra di istituire un registro della bigenitorialità l'attenta analisi svolta nell'ambito della Commissione competente ha mostrato con chiarezza l'inefficacia di questo strumento e ha evidenziato come l'adozione del registro abbia sollevato questioni di legittimità rispetto alla normativa vigente in tema di privacy. Abbiamo quindi respinto tale proposta convinti che il tema dell'affido condiviso meriti strumenti ed azioni concrete ed efficaci e non slogan». 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bigenitorialità, passa la linea della maggioranza: «Priorità al diritto dei minori»

AnconaToday è in caricamento