Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Sfida finale per il Comune: l'appello al voto di Silvetti agli anconetani

A pochi giorni dal ballottaggio abbiamo incontrato i due contendenti nelle loro sedi. Pubblicheremo le interviste in ordine alfabetico, il primo è quindi il candidato sindaco del centrodestra sostenuto da otto liste: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Udc, Ancona Protagonista, Rinasci Ancona, Civitas Civici e Ripartiamo dai Giovani

ANCONA- Il ballottaggio si avvicina. Domenica 28 e lunedì 29 maggio, gli anconetani torneranno alle urne per scegliere chi, tra Daniele Silvetti, candidato del centrodestra, e Ida Simonella, candidata del centrosinistra, sarà il nuovo sindaco di Ancona. A pochi giorni dalla scadenza elettorale li abbiamo incontrati nelle loro sedi per parlare di alleanze, squadra di governo e fare un appello al voto. Come sempre pubblicheremo le interviste in ordine alfabetico. Il primo è quindi il candidato sindaco del centrodestra Daniele Silvetti, sostenuto da otto liste: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Udc, Ancona Protagonista, Rinasci Ancona, Civitas Civici e, infine, Ripartiamo dai Giovani, la lista di Marco Battino che si è recentemente unita alla coalizione di centrodestra in vista del ballottaggio. 

Daniele Silvetti, perché l’apparentamento con Ripartiamo dai giovani? Su quali punti avete trovato l’accordo? La scelta di Battino è stata molto criticata, soprattutto dal centrosinistra. Questa alleanza potrebbe essere un’arma a doppio taglio? «La scelta è stata fatta sulla base di programmi, contenuti e competenze. Gli unici che possono decidere se sia stata una buona scelta sono gli elettori, non sicuramente i nostri competitor, ai quali forse questo apparentamento ha fatto molto male. Noi abbiamo lanciato un messaggio molto chiaro alla città: di essere inclusivi, aperti a quelli che sono i contributi che vengono da una lista civica autentica, che non ha soltanto un tratto generazionale, ma sicuramente dei contenuti che possono portare un valore aggiunto all’azione di governo su cui vogliamo puntare in termini di sviluppo universitario, di politiche giovanili, di start up e mondo dell’economia giovanile».

WhatsApp Image 2023-05-25 at 11.34.11

Come sarà e chi sarà nella sua squadra di governo? Chi sarà in giunta? Qualche nome è già stato svelato, quali altre novità ci saranno? «In queste ore stiamo valutando i profili, soprattutto quelli che ci interessano di più. Avremo sicuramente una componente politica e una tecnica. Abbiamo già avanzato alcune ipotesi per i consulenti tecnici, come il Prof. Bonifazi e l’architetto Picciafuoco, figure preparate, pronte e conoscitrici del territorio anconetano. Inoltre, nelle prossime ore scioglieremo alcuni nodi inerenti cultura e bilancio, settori strategici per portare il buon governo in questa città».

Ultimo appello al voto agli anconetani: perché votare per Daniele Silvetti? «Votare per Daniele Silvetti vuol dire cambiare il governo diAncona, dare discontinuità, cercare di dare risposte immediate in termini di decoro urbano, infrastrutture, sviluppo sostenibile e di prospettiva strategica all’interno della regione Marche. Votare Silvetti significa sprigionare, liberare le forze e le energie da troppo tempo oppresse in questa città, soprattutto per quanto riguarda le politiche giovanili, per una città veramente universitaria e che guardi al futuro con più ottimismo e positività».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfida finale per il Comune: l'appello al voto di Silvetti agli anconetani
AnconaToday è in caricamento