Circolare filoviaria, Ballanti: «E' una proposta del sistema a cerchi del 2012»

L’assessore Ida Simonella afferma, su un giornale online, che priorità "è il completamento dell'anello circolare filoviario per il collegamento tra la stazione ferroviaria e Piazza Ugo Bassi con il capolinea centrale delle linee urbane”. Ma è una proposta del 2012 e al tempo non accettata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L’assessore Ida Simonella, sul giornale online “L’Automobile” (edizione del 24/1/18) afferma che priorità "è il completamento dell'anello circolare filoviario per il collegamento tra la stazione ferroviaria e Piazza Ugo Bassi con il capolinea centrale delle linee urbane”. Inviterei l’assessore a guardare questo video su youtube (https://www.youtube.com/watch?v=9650IXQKuKY), dove il 1/6/2012 il sottoscritto divulgò anche a mezzo stampa, una proposta di un nuovo sistema di trasporto pubblico cittadino denominato “Il sistema a cerchi” per implementare un cambiamento nel trasporto pubblico cittadino. Il Sistema a cerchi aveva il perno centrale sull’istituzione di circolari filoviarie, come quelle delle quali parla l’assessore oggi che collegasse i tre capolinea centrali. La mia proposta venne anche consegnata a mano agli amministratori della maggioranza e all’allora nuovo presidente di Conerobus Valeria Mancinelli in occasione della Mobility Week 2012 ed aveva l’intento di superare il vecchio impianto delle linee urbane degli anni ’50, modernizzare il servizio, renderlo più efficiente, più appetibile e competitivo per farlo utilizzare ancor più e ridurre l’impatto ambientale in generale. Ma alla sinistra non piacque.

Ora a distanza di anni, e in questi giorni pre-elettorali, si torna a parlare di una istituzione di una linea circolare. Vedremo come l’Amministrazione e Conerobus la implementeranno, di certo se la mia proposta fosse stata accettata potevamo già avere le circolari filoviarie da ben 6 anni senza perdere tanto tempo. Chi segue da decenni sa che il trasporto pubblico di Ancona non ha bisogno di piccoli ritocchi a macchia di leopardo, ma un cambiamento radicale e funzionale alla domanda dell’utenza. La mia proposta del Sistema a cerchi e un riordino completo del servizio sarà portato avanti con determinazione, soprattutto alla luce del depotenziamento avvenuto negli ultimi anni ad opera di questa amministrazione, che nessun ritocchino pre-elettorale potrà mai cancellarne la responsabilità. L’intera cronologia sulla mia attività sul trasporto pubblico è visibile sul sito web https://danieleballanti.com/trasporto-pubblico/).

Daniele Ballanti

Torna su
AnconaToday è in caricamento