rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica

“No al muro, Sì al Mare”, Baldassini all'incontro: sul tavolo le barriere fonoassorbenti e l'arretramento della ferrovia

Durante l’incontro si sono toccati i temi delle barriere fonoassorbenti, del Bypass ferroviario e dell’eventuale arretramento della ferrovia adriatica

FALCONARA - Su invito del Comitato “No al muro, Sì al Mare”, il candidato a sindaco Marco Baldassini si è recato all’incontro con una delegazione del Comitato, accompagnato da Maria Ambrogini, Francesca Rosati ed Annamaria Sacchi. Durante l’incontro si sono toccati i temi delle barriere fonoassorbenti, del Bypass ferroviario e dell’eventuale arretramento della ferrovia adriatica.

Il Comitato ha sottolineato la situazione a tutt’oggi: «Purtroppo il progetto della costruzione delle barriere fonoassorbenti da parte di RFI non è scongiurato ma solamente sospeso, così come non sono scongiurati gli espropri delle pertinenze delle  abitazioni lungo la linea ferroviaria. Baldassini ha ricostruito la storia del Bypass in consiglio comunale e dell’Atto del Consiglio Comunale n.76 del 29 ottobre 2018 riguardante la mozione per la richiesta di sospensione e rivisitazione dell’opera bypass. Il Consiglio impegnava sindaca e giunta Signorini a consegnare “brevi manu” o in alternativa via pec la richiesta di sospensione o rivisitazione del bypass ferroviario. Ad oggi, dopo 4 anni e mezzo nulla si è saputo in quanto non è mai stata convocata una commissione consiliare in merito. Probabilmente perché nel 2015 la giunta Brandoni aveva detto sì al progetto del bypass, per cui nel 2018, nonostante la delibera della mozione succitata da parte del Consiglio comunale, Brandoni non poteva smentirsi.   
Il Comitato “No al muro, Sì al Mare” si è costituito nel dicembre 2018, probabilmente a seguito delle dichiarazioni dell’ex consigliere Cipolletti, che durante il Consiglio Comunale del 2018 aveva dichiarato e risulta dal verbale:“ Ci sarà anche sicuramente un inquinamento acustico forte, con l’alta velocità, che verrà attutito con le barriere e tutto quello che volete”.
L’incontro si è concluso con la sottoscrizione da parte di Baldassini di una lettera d’impegno contro le “barriere antirumore” ed il candidato si impegnerà a chiedere, collaborando con le altre amministrazioni comunali investite dal problema, alla Regione Marche di sollecitare a livello nazionale  una definitiva modifica della Legge DM2000, che, pur considerando responsabile del problema la fonte del rumore, ovvero i binari ed i vagoni che vi transitano, permette nella sua attuazione solo la riduzione del trasferimento del rumore, ovvero le barriere, considerando invece irricevibili quelle novità tecnologiche che potrebbero essere causa dell’abbattimento dell’inquinamento acustico, come ad esempio, la sostituzione dei freni dei vagoni e la sostituzione dei binari con nuovi impianti a bassa emissione rumorosa. Baldassini è consapevole che non è possibile spostare la risoluzione del problema delle barriere anti-rumore aspettando la realizzazione del progetto arretramento della ferrovia ovvero l’ipotesi di realizzare nell’entroterra marchigiano un nuovo tracciato ferroviario in sostituzione di quello odierno a ridosso del mare, che peraltro è auspicabile perché offrirebbe tante opportunità al futuro della nostra città. I tempi di realizzazione dell’arretramento della ferrovia sono diversi da quelli della problematica delle barriere, che invece necessita di risposte ravvicinate nel tempo.
L’unica via per mettere definitivamente la parola fine al problema delle barriere è la definitiva modifica della Legge DM2000. Baldassini si impegna, in caso di vittoria, anche  a sollecitare RFI al fine di prevedere la fermata di Falconara anche per i treni a lunga percorrenza, ad iniziare dagli intercity, per venire incontro alle esigenze dei falconaresi  ed agevolare i privati che manifesteranno l’intenzione di riaprire il bar della stazione. L’incontro con il comitato - dichiara Baldassini - è stato propositivo e costruttivo e fa ben sperare in un’eventuale proficua collaborazione futura».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“No al muro, Sì al Mare”, Baldassini all'incontro: sul tavolo le barriere fonoassorbenti e l'arretramento della ferrovia

AnconaToday è in caricamento