Autovelox, Ugl e Lega insistono: «Abbiamo altri dati, su quel tratto pochi incidenti»

Il sindacato e la Lega replicano al Comune di Falconara e insisistono, proponendo nuovi dati, sul fatto che lungo quel tratto di variante il tasso di incidentalità è esiguo

Il velocar sulla variante

«E' semplicemente scandaloso nonché da irresponsabili negare l'innegabile. Dopo aver  "spento" il velox e quindi aver ammesso l'irregolarità, l'amministrazione continua a  far cassa, speculando e facendo leva sulle paure degli utenti della strada». Così UGL Polizia Locale e Lega di Falconara in una nota stampa sulla questione dell’autovelox sulla variante. «A testimonianza di quanto sopra detto vi è la risposta pervenuta dalla Prefettura che dice “sono state impartite al Comune di Falconara M.ma indicazioni, recepite dall'Amministrazione, per la disattivazione del dispositivo autovelox di cui trattasi, in relazione all'esigenza di una revisione dell'installazione finalizzata al rispetto della normativa vigente in tema di distanze della segnaletica dal dispositivo"».

«Non solo – prosegue la nota congiunta- siccome si continua a spostare l'attenzione su argomenti che non c'entrano nulla con quanto dichiarato dal ministero degli interni, il quale afferma anch'egli che “la normativa vigente impone la distanza minima di un chilometro per la collocazione per i dispositivi di rilevamento dal segnale di limite della velocitò" e non come sbandierato dai sapientoni del Comune, i quali continuano a parlare di "tratto di strada caffetteria" ossia da tutt'altra parte rispetto a luogo dove è stato posizionato il rilevatore. Mancanza di documenti o di conoscenze? Nonostante i falconaresi pagano centinaia di migliaia di euro per stipendi dirigenziali è mai possibile che nessuno abbia preso le misure? O meglio non abbia chiesto pareri? E' strano, infatti la Lega e l'Ugl li hanno chiesti ed è arrivata la risposta da parte della Polizia di Stato sez. Stradale di Ancona, la quale ha smentito categoricamente quanto asserito nelle dichiarazioni pubblicate da parte dell'Amministrazione. In sintesi il documento recita che nel tratto di strada SS16 adriatica km 290+100 al km 290+600 sono stati rilevati zero incidenti nell'anno 2018 specificatamente nel tratto in cui è stato installato il velox e negli anni precedenti come il 2017, uno, non per velocità. Il sindaco e il suo entourage dovrebbero avere il buon senso di tacere, oppure se proprio vogliono tutelare i cittadini non fare proclami autoreferenziali invitando velatamente a pagare anziché far ricorso. Anche perché il codice della strada prevede che parte delle somme percepite con le sanzioni devono essere impiegate obbligatoriamente nella manutenzione delle strade, segnaletica stradale, educazione stradale ecc. quindi nessuna opera miracolosa da parte di questa amministrazione ma semplicemente applicare la norma». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento