Ballanti si autosospende dalla carica di portavoce della Rete dei Comitati Civici per candidarsi nella Lista Civica Sessantacento

"A seguito della candidatura alla carica di consigliere comunale nella Lista "Sessantacento - Stefano Tombolini Sindaco" mi sono autosospeso dalla carica di portavoce della Rete dei Comitati Civici, in rispetto dello Statuto dell'associazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"A seguito della candidatura alla carica di consigliere comunale nella Lista "Sessantacento - Stefano Tombolini Sindaco" mi sono autosospeso dalla carica di portavoce della Rete dei Comitati Civici, in rispetto dello Statuto dell'associazione che ho promosso, e costituito assieme ad altri Soci fondatori, per occuparsi delle problematiche della città. Degrado, sporcizia, rifiuti abbandonati, incuria, traffico, inquinamento, continui tagli al trasporto pubblico, mancanza di tutela per i pedoni e i ciclisti, carenza di politiche ambientali, mancanza di controlli in ogni ambito della vita cittadina, scarsa tutela del patrimonio artistico ed architettonico, problemi legati alla sicurezza, queste sono le tematiche delle quali mi sono preso cura fin dal 2009.

Alcuni risultati sono stati raggiunti, quali l'avvio dei lavori di ristrutturazione delle mura di via Torresi, dopo 15 anni di indifferenza amministrativa, avvenuti solo per la forte determinazione personale e la forte personale attenzione sull'area di via Seppilli in attesa dei lavori già finanziati con fondi della Provincia. Un altro risultato è stato quello di aver spinto sull'Amministrazione uscente per far ristrutturare la corsia bus di piazza Ugo Bassi bloccata per sette mesi, che impediva da un lato il servizio filoviario (in una città già altamente inquinata) e dall'altro costringeva gli autisti di Conerobus a manovre pericolose per i passanti per accedere alle corsie dei capolinea. Sul fronte della lotta contro i tagli lineari del trasporto pubblico, il tentativo di Conerobus e dell'Amministrazione di penalizzare ulteriormente i cittadini chiudendo il servizio serale alle 22,55 è stato sventato grazie al sottoscritto che ha saputo contrastare effetti più pesanti dei tagli consentendo di "strappare" almeno un'altra ora del servizio serale (prezioso anche per i numerosi studenti universitari che vivono a Tavernelle), tagli che ricordiamo hanno provocato il licenziamento di decine di lavoratori e disagi per la soppressione di numerose corse. Nel 2009 è stata approvata, all'unanimità, una mozione da me chiesta per sensibilizzare i cittadini alla donazione degli organi ai fini di trapianto, unica terapia salvavita in certe gravi patologie.

Un altro obiettivo è stato quello di aver fatto posizionare i divieti di accesso al parco Belvedere costantemente invaso da auto e scooter, di aver sollevato l'attenzione sul problema discariche a cielo aperto in città, di aver chiesto ed ottenuto i controlli antibivacchi in corso Carlo Alberto in risposta ad un appello lanciatomi da alcuni residenti disperati per il degrado ingravescente nel loro quartiere. Per ultimo mi sono distinto per le 7 proposte avanzate all'Amministrazione nell'ultima Settimana europea della Mobilità (solo una approvata dal Comune, cioè la ripresa del servizio filoviario), iniziativa che mi ha visto in piazza per sostenere una mobilità più sostenibile, dando prova di coerenza andando da anni in centro sempre in bus o con lo scooter. Infine ho voluto e promosso la costituzione di vari Comitati di cittadini (il Coordinamento di cittadini per una città con più persone e meno inquinamento, il Comitato di via Torresi e Seppilli, la Rete dei Comitati Civici di Ancona) facendo rete con commercianti e residenti stimolandone la partecipazione democratica e il prendersi cura dei propri quartieri alle prese con frequenti "dimenticanze" dell'Amministrazione.

Daniele Ballanti, che non parte da zero in questa campagna elettorale, è ben radicato nel territorio (dove ha già mostrato di saper seguire le problematiche che i cittadini gli hanno sottoposto) e può vantare alcuni obiettivi raggiunti, dimostrando impegno civico, coerenza e serietà.

Daniele Ballanti

Candidato in Consiglio Comunale per la Lista Sessantacento"

Torna su
AnconaToday è in caricamento