Pressati contro portiere e vetri, il viaggio in autobus è un'odissea: è polemica

«Oltre al danno la beffa per alcuni studenti, a loro dire multati da ligi controllori senza che però tenessero conto della impossibilità fisica di potersi avvicinare per fare il biglietto»

Un autobus pieno di viaggiatori (foto d'archivio)

«Ho ricevuto la preoccupata segnalazione da parte di studenti e genitori, per il sovraffollamento delle corse mattutine negli orari di entrata e uscita dalle scuole. Non solo mi segnalano il pericolo fisico per essere stipati nei bus con numeri ben oltre il consentito dalla legge, ma che, pressati contro le portiere e contro i divisori in vetro, in passato questi hanno anche ceduto al peso degli studenti andando in frantumi». Così il consigliere di Forza Italia ad Ancona Daniele Berardinelli. 

«Oltre al danno la beffa per alcuni studenti, a loro dire multati da ligi controllori senza che però tenessero conto della impossibilità fisica di potersi avvicinare per fare il biglietto. Invito il Sindaco e la Comandante della Polizia municipale, oltre che chiaramente il Presidente di Conerobus, a far verificare il numero di presenze nelle corse più affollate ed in particolare la nostra prima cittadina a prevedere ulteriori corse durante gli orari più affollati, in modo da ripristinare la legalità ed evitare, prima che si realizzino, eventuali incidenti. Alcuni genitori, sollecitati dall'amministrazione comunale, hanno rinunciato allo scuolabus per mandarli con i normali mezzi di Conerobus, ma sono assolutamente pentiti, sia per l'affollamento, sia per i costi dell'abbonamento altissimi nonostante "studenti", sia per i ritardi enormi accumulati».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento