Uscita a Ovest, SEL e Ancona Bene Comune: "Consegnerà la città ai grandi gruppi industriali"

"Perché non smettere con questa follia e riaprire il dibattito su eventuali soluzioni alternative economicamente e ambientalmente sostenibili incentrate sul trasporto su rotaia?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Apprendiamo dall'ufficio stampa del comune, dalla regione e dai quotidiani locali che il ministero sarebbe ad un passo dal firmare uno "storico" accordo sulla realizzazione dell'uscita ovest. Ma è davvero una buona notizia?

Ecco, noi riteniamo che non ci sia nulla di buono in questa firma annunciata e tanto reclamizzata, se non il rischio dell'ennesimo bluff utile solo ai soliti speculatori di turno.
L'uscita ovest è infatti un opera economicamente insostenibile, ambientalmente devastante, che richiede costi sproporzionati considerata la costante diminuzione del flusso merci passante per lo scalo dorico. Il project financial è surreale e colmabile solo con un eventuale pedaggio praticamente fuori mercato.
E allora chiediamo alla giunta Mancinelli e al PD locale, da sempre alfiere di quest'opera tanto faraonica quanto inutile:

Davvero siamo disponibili a consegnare le chiavi della città alle grandi multinazionali delle infrastrutture? Perché non smettere con questa follia e riaprire il dibattito su eventuali soluzioni alternative economicamente e ambientalmente sostenibili incentrate sul trasporto su rotaia? Siamo stanchi dei proclami, vorremmo iniziare a discutere del bene comune anconetano."

Francesco Rubini. Stefano Crispiani, SeL Ancona Bene Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento