menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maurizio Mangialardi

Maurizio Mangialardi

Attività balneari, Pd Marche: «Il presidente Acquaroli pressi il governo»

«L'auspicio è che le Marche facciano sentire la loro voce anche in sede di Conferenza Stato-Regioni per l'elaborazione di un quadro normativo più avanzato» così Mangialardi

«Ora il presidente Acquaroli proceda velocemente nei confronti del Governo affinchè la questione venga affrontata immediatamente e senza indugio, per dare forza e certezze alle istanze dei nostri imprenditori». Così in una nota il capogruppo Pd in consiglio regionale delle Marche, Maurizio Mangialardi, commenta l'approvazione unanime avvenuta ieri della risoluzione che, raccogliendo in un unico testo le mozioni di Pd-Rinasci Marche e Lega, chiede alla giunta regionale di 'sostenere le giuste deroghe a tutela del comparto stagionale-turistico legato alle attività balneari del settore marittimo demaniale'.

Un provvedimento che è stato approvato dopo l'invio all'Italia, da parte della Commissione europea, della lettera di messa in mora per il mancato adeguamento alle direttive europee in materia di rilascio delle concessioni demaniali. «L'auspicio è che le Marche facciano sentire la loro voce anche in sede di Conferenza Stato-Regioni per l'elaborazione di un quadro normativo più avanzato a salvaguardia delle imprese balneari- conclude Mangialardi-. Non e' un mistero, infatti, che se dovesse venir meno la proroga delle concessioni fino al 2033, sarebbero a rischio milioni di investimenti per la riqualificazione delle strutture ricettive e migliaia di posti di lavoro. Il tutto con gravissime conseguenze per l'economia marchigiana».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento