rotate-mobile
Politica

Assunzione personale sanitario, passano all’unanimità le proposte del Pd. Mangialardi: “Più risorse dal governo nazionale"

“Dopo il voto di oggi - spiega il capogruppo dem - la giunta regionale deve deliberare in tempi brevi, d’accordo con le direzioni dei nuovi enti del Sistema sanitario regionale e con le organizzazioni sindacali»

ANCONA - Il consiglio regionale ha approvato all’unanimità la risoluzione che, partendo da una mozione presentata dal gruppo assembleare del Partito Democratico, impegna la giunta regionale ad attivarsi nei confronti del governo nazionale per reperire le risorse necessarie all’assunzione di nuovo personale sanitario. Ora la Regione Marche dovrà avviare un’interlocuzione con il governo per l’aumento dei tetti di spesa e il conseguente aggiornamento dei Piani triennali dei Fabbisogni regionali. L’obiettivo è l'assunzione del personale sanitario impiegato per far fronte all’emergenza Covid e alle conseguenze dei ritardi sulle prestazioni ospedaliere e ambulatoriali che hanno sensibilmente allungato i tempi delle liste di attesa.

“Si tratta di un passo avanti molto importante - afferma Mangialardi - perché finalmente anche il centrodestra, dopo aver cavalcato battaglie demagogiche sulle carenze del personale sanitario, si è reso conto che senza un impegno diretto da parte del governo centrale, il Sistema sanitario regionale rischia di andare in forte sofferenza. E, in effetti, fino a oggi il governo Meloni non ha stanziato neanche un euro, anzi. Gli impegni contenuti nel documento approvato non solo rappresentano un sacrosanto riconoscimento alla professionalità e alla abnegazione di tanti professionisti che, per oltre due anni, hanno combattuto in prima linea contro il Covid, ma mirano a un reale rafforzamento delle piante organiche delle nostre strutture sanitarie. Sia di quelle esistenti, sia di quelle che verranno grazie ai fondi del Pnrr, come le Case e gli Ospedali  di Comunità, che senza queste figure professionali rischierebbero di trasformarsi inevitabilmente in scatole vuote”. Ma la risoluzione approvata contiene un impegno preciso anche per quanto concerne il fronte della stabilizzazione dei precari.

“Dopo il voto di oggi - spiega il capogruppo dem - la giunta regionale deve deliberare in tempi brevi, d’accordo con le direzioni dei nuovi enti del Sistema sanitario regionale e con le organizzazioni sindacali, i criteri delle stabilizzazioni alla luce delle nuove disposizioni contenute nel decreto Milleproroghe e nelle linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni svoltasi lo scorso 10 maggio, al fine di favorire l’ingresso automatico degli aventi diritto ai ruoli sanitari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzione personale sanitario, passano all’unanimità le proposte del Pd. Mangialardi: “Più risorse dal governo nazionale"

AnconaToday è in caricamento